Archivio mensile:febbraio 2017

AMMINISTRATIVE, REGGI: “SIAMO MOLTO VICINI AD INDIVIDUARE IL CANDIDATO DEL CENTRO SINISTRA”

“Siamo molti vicini all’individuazione del nuovo candidato del centro sinistra” è sicuro Roberto Reggi, ex sindaco di Piacenza per due mandati, nel rispondere alla domanda su come la città si sta preparando alle amministrative in un clima, quello del Pd, tutt’altro che rilassato alla presa con defezioni e uscite giornaliere dal gruppo dirigente. Il nome che circola con più insistenza è quello di Carlo Marini, 49 anni, manager bancario dell’Unicredit, vicino all’ambiente cattolico. Si può guardare a Piacenza come laboratorio dell’Ulivo? “In 15 anni, in questa città – risponde Reggi – si vince solo se si è uniti, pensiamo di riproporre questa cosa. Occorre un progetto politico di sviluppo per la città aggregando tutte le forze del centro sinistra, in cui la forza civica ha un ruolo determinante”.  Sulla stessa lunghezza d’onda anche il presidente della regione Stefano Bonaccini: “mi auguro che in vista delle amministrative si superino le divisioni che oggi caratterizzano il PD: gli avversario dovranno essere la destra e il Movimento 5 Stelle, il centro sinistra non deve commettere l’errore di dividersi”.

“NUOVO OSPEDALE ALLA LUSIGNANI A ZERO CONSUMO DI SUOLO”

Il nuovo ospedale di Piacenza troverà spazio all’ex caserma Lusignani, oggi è scritto nero su bianco. Lo sancisce il protocollo d’intesa firmato tra demanio, ministero delle Difesa, comune di Piacenza e azienda sanitaria locale. La regione ha indicato l’area come prioritaria per la realizzazione di un moderno ospedale per evitare il consumo di suolo e al contempo rigenerare e rivitalizzare contesti territoriali degradati attraverso il riuso di beni immobili dello stato. 800 mila euro circa per la bonifica dai fondi del Demanio, oltre 200 milioni dalla Regione per i fondi destinati alla sanità regionale. In questo contesto viene compresa anche la vicina area dell’ex Pertite dove verrà realizzato un parco urbano. Una prima certezza quella sancita con la firma del protocollo in vista di un lungo percorso che durerà almeno una decina d’anni, nella certezza che nessun ospedale verrà depotenziato o chiuso.

TERRAZZA DI PIGAZZANO: 75° POSTO NELLA CLASSIFICA DEI LUOGHI DEL CUORE DEL FAI

Nella classifica 2016 del Fai I Luoghi del Cuore c’è anche la terrazza di Pigazzano. Inserita nella tipologia area urbana/piazza ha ottenuto 4425 voti posizionandosi al 75° della classifica. Il punteggio ottenuto offre la possibilità  di partecipare al bando I Luoghi del Cuore, per richiedere un intervento, con la condizione che vi siano un preciso programma di azione e certezze sui primi finanziamenti. L’intervento dovrà rientrare in una di queste tipologie per : intervento di recupero/ restauro/ riqualificazione a fronte della presentazione di un progetto o di un lotto di progetto; iniziativa di promozione/valorizzazione; istruttoria presso gli Enti di Tutela per apposizione vincoli o richiesta di verifica di progetti ritenuti lesivi del Luogo del Cuore. Il comitato Salviamo la terrazza di Pigazzano, alla luce di questa classifica, chiederà un incontro con il sindaco di Travo e con la curia per capire se ci sono possibilità di partecipazione al bando per ottenere i finanziamenti. Il Bando è stato lanciato per la prima volta nel 2013, rivolto a tutti i luoghi che alla sesta edizione del censimento avevano ricevuto almeno 1.000 voti. La prima edizione del Bando per l’assegnazione di contributi ha riscontrato un enorme successo: 128 i luoghi coinvolti, 70 richieste pervenute in 17 diverse Regioni. Comuni, Province, Comitati, Associazioni Fondazioni e Soprintendenze hanno accolto l’invito e si sono attivati rinnovando lo spirito partecipativo che anima l’iniziativa creando sinergie sul territorio per agire concretamente a favore di quei beni così amati dai cittadini. 16 sono stati i luoghi scelti dalla commissione interna del FAI e interessati da un intervento. Nel 2015 il risultato è stato ancora più importante, con 257 luoghi coinvolti e 103 progetti presentanti in 15 regioni.

QUANDO LE RELAZIONI FANNO BENE AL PAZIENTE, L’ESPERIENZA DI N.O.I.

Ha compiuto il suo primo anno di vita da pochi giorni. Si NOI, Nuova Oncologia Integrata, un’associazione che cresce grazie all’instancabile impegno dei volontari che ogni giorno organizzano attività per rendere meno pesante il peso della malattia ai pazienti oncologici, per non subire il dolore ma gestirlo. In questi spazi, da un anno in modo autonomo, Noi cerca di aggiungere qualità alle terapie oncologiche standard, senza sostituirvisi, ma accompagnandole. Il paziente affronta la malattia in modo diverso, perché possiede gli strumenti per farlo: dalle attività di gruppo con lo yoga, pilates, tam the, aikido, qi gong, suono terapia, alle attività individuali come shiatsu, riflessologia, osteopatia e corsi per accrescere l’autostima. Ogni pomeriggio della settimana c’è un qualcosa, un appuntamento fisso per i pazienti.

KORA, LA COMUNITA’ PER MINORI ALL’EX CADEY

Non si presenterà più vecchio e abbandonato in balia del degrado e di atti atti vandalici di sbandati e senza tetto come è stato per vent’anni. Tra poco più di un mese lo storico edificio all’angolo tra via Vignola e via Corneliana ospiterà la comunità Kora, una casa per minori con problemi familiari e fragilità psicologiche forti.  A gestirla sarà Kairòs servizi educativi, che da dieci anni lavora in questo settore sul territorio piacentino, esattamente come avviene per la comunità K quadro. Appena Kora aprirà i battenti, presumibilmente da metà marzo, ospiterà da subito 3 minori. Gli ingressi, fino a 9 posti, verranno gestiti in coordinamento con i servizi sociali del comune e con la neuropsichiatria. Kora è una realtà ben diversa da quella paventata negli ultimi giorni da alcuni residenti preoccupati perché lì sorgesse un centro per migranti. Niente di tutto questo. La struttura sarà completamente ristrutturata e risanata, abitata da minorenni in difficoltà con la presenza h 24 di educatori professionali.

COME SI EVOLVE IL MONDO DELLO SPACCIO. ANTONIO MOSTI A DI PROFILO

Cambiano le modalità di accesso alle sostanze, sempre più acquistate sul web. Il mondo dello spaccio si è spostato sulla rete, sulla cosiddetta dark net, quella rete oscura, su cui si può acquistare di tutto, dalla droga alle armi. Un fenomeno in forte evoluzione i cui rischi sono connessi a quelle sostanze che vengono classificate come nuove sostanze psicoattive che colgono di sorpresa anche gli stessi operatori sanitari. Un altro fenomeno da non sottovalutare fra i giovanissimi dai 14 ai 24 anni sono gli accessi al pronto soccorso. A livello regionale, nel 2015, sono stati 154.500: il 37% delle femmine accede per problemi ginecologici, mentre il 32% dei maschi per traumi, in cui non sono compresi i traumi sportivi. Un dato che fa riflettere e fa pensare che i giovani si rivolgano al pronto soccorso per una richiesta di auto che spesso va al di là delle condizioni fisiche in cui si trovano i quel momento. “Giovani in PS” è il progetto che la regione ha inserito nel piano regionale di prevenzione 2015/2018. Temi che abbiamo sviluppato nella chiacchierata con Antonio Mosti, direttore del Sert di Piacenza, ospite delle nuova puntata di Di Profilo.

VELTRONI SPIEGA KENNEDY AGLI STUDENTI. NO COMMENT SULLA SCISSIONE DEL PD

Non  ha rilasciato alcuna dichiarazione l’onorevole Walter Veltroni arrivato a Piacenza, al salone dei Teatini, per parlare agli studenti della figura di John Fitzgerald Kennedy. Ha salutato la stampa con un “No grazie” riferendosi, c’è da immaginarlo, alla volontà di non fare alcun cenno alle vicende interne del PD ormai scisso un due distinti gruppi. Nessun riferimento all’attualità che scuote l’intero panorama politico nazionale, ma anche quello locale in vista dell’appuntamento amministrativo, ma solo un lungo dibattito alla presenza degli amministratori locali e degli studenti dei licei Colombini e Respighi che hanno dialogato con l’onorevole Veltroni sulla figura di Kennedy, identificato come lo statista del cambiamento del secolo breve.

DISINCANTO LA CLASSE, BUONA LA PRIMA

Saranno Alberto Bignamini e Alessia Bertonasco a sfidarsi nella seconda puntata del talent disincanto la classe. Lui è stato giudicato il migliore dai tre giudici nel corso della serata, lei è stata nominata dai compagni. Il vincitore della sfida avrà dei benefit che verranno svelati dai giudici nel corso della prossima puntata. Si è chiusa così la prima del talent locale prodotto da zero523 che ha come protagonisti dieci giovanissime voci che vogliono fare del canto qualcosa più che una passione. A giudicarli seduti al tavolo della giuria la cantante Viola Valentino, l’autore del programma Federico Finotello e il giornalista piacentino esperto di musica Andrea Dossena che hanno votato ogni singola esibizione stilando una classifica finale.

IKEA: “NECESSARIO UN POTENZIAMENTO FERROVIARIO”

Con un volume annuale di 3 milioni di metri cubi di merce movimentata solo su Piacenza e 6 milioni in Italia Ikea resta uno dei colossi della logistica su scala mondiale che da anni ha deciso di investire sul nostro territorio con il deposito nazionale. Prima di tutto perché Piacenza ha una perfetta collocazione geografica. Ikea, insieme a Generali Properties, Terminal Piacenza Intermodale e Piacenza Intermodale sono stati i protagonisti della seconda giornata di Bilog la mostra convegno sulla logistica organizzata a Piacenza Expo.

BILOG: OPPORTUNITA’ DI SVILUPPO IN CHIAVE EUROPEA

Oltre 400 registrazioni di operatori provenienti da Belgio, Germania, Gran Bretagna, Grecia, Olanda, Svezia, Spagna, Svizzera, Portogallo hanno preso parte alla prima giornata i Bilog, la mostra convegno organizzata da Piacenza Expo e Circle srl. Una due giorni dedicata alla logistica per discutere sulle politiche europee per i trasporti. L’obiettivo creare La cosiddetta autostrada del mare che pare essere la ricetta vincente per una logistica di qualità sostenuta fortemente anche dall’unione europea.