VERSO IL 4 MARZO: ECCO COME SI VOTA

Due schede: rosa per la Camera consegnata a tutti gli elettori e gialla per il Senato, che verrà consegnata solo a chi avrà compiuto 25 anni. Si vota domenica 4 marzo dalle 7 alle 23; gli elettori piacentini chiamati alle urne sono 211.347 di cui 102.304 maschi e 109.043 femmine.
Eccole, in fac-simile, le schede che gli elettori avranno fra le mani nella cabina elettorale.
Come si vota, lo abbiamo chiesto al vice prefetto Leonardo Bianco.

BERSANI: “IL CENTRO SINISTRA HA SEGATO IL RAMO SU CUI ERA SEDUTO”

E’ un centro sinistra snaturato quello a cui si riferisce Pierluigi Bersani, accolto con calore nel gremito teatro della Sacra Famiglia, a sostegno dei candidati piacentini Francesco Cacciatore e Alessandro Ghisoni, in campo con Liberi e Uguali – Piacenza per il voto del 4 marzo.
Un centro sinistra, che in questi ultimi anni, ha segato il ramo dove era seduto; per cui in tanti sono finiti nel bosco, per utilizzare la sua celebre espressione, altri si sono per strada, troppi hanno perso la fiducia nel centro sinistra.

GIORGIA MELONI: “STOP IMMIGRAZIONE, PATRIOTTISMO E CERTEZZA DELLA PENA”

Ad accoglierla in piazzale Marconi a due passi dai giardini Mherita c’erano due striscioni tricolori sostenuti dai simpatizzanti, l’inno d’italia e un discreto cordone di polizia e forza dell’ordine.
Giorgia Meloni, candidata premier leader di Fratelli d’Italia, ha fatto tappa anche a Piacenza, per sostenere i candidati in lista per il voto del 4 marzo, così come sta facendo a livello nazionale in quei luoghi più difficili di ogni città.

SEMINAT, APIMELL E BUON VIVERE SI FA IN QUATTRO

Quattro giorni anziché tre: dal primo al 4 marzo torna a Piacenza Expo – Quartiere Fieristico di Piacenza la fiera di primavera con Seminat Apimell e Buon Vivere. Un appuntamento imperdibile non solo per gli addetti ai lavori ma anche per il grande pubblico che vede nella quattro giorni un momento di svago ma anche di scoperta di novità del settore.
Ecco il programma con tutte le novità.

AZZALI: “SENSIBILITA’ E LUNGIMIRANZA PER UNA CULTURA VERA”

La polemica è passata, o quasi. Il botta risposta mezzo stampa tra Gianni Azzali e l’assessore alla cultura Massimo Polledri apre ad una doverosa riflessione sul tema cultura, ancora di più oggi che Piacenza era ad un passo da diventare capitale italiana. Investire sulla cultura significa anche scommettere sui piccoli passi, costruire un cammino lungo, che poco alla volta può portare risultati sperati.

ZANARDI: “MI METTO A DISPOSIZIONE DI UNA NUOVA FORZA ITALIA”

E’ ferma e convinta della sue scelte Gloria Zanardi mentre spiega le motivazioni che l’hanno portata ad uscire dal gruppo Liberi per entrare nel gruppo misto, per un graduale avvicinamento a Forza Italia. “Dopo anni di gestione fallimentare – ha detto Zanardi – oggi in Forza Italia ci sono le condizioni per un cambio di marcia. Io mi metto a disposizione”.

PROGETTO VITA E LIFE STYLE: LA PREVENZIONE SCENDE IN STRADA

Vent’anni di lavoro, vent’anni di risultati tangibili. Oltre 300 defibrillatori e 107 persone salvate, per l’associazione Progetto Vita sono i numeri a parlare. Ma occorre sempre fare di più, perchè un arresto cardiaco non chiama, non avvisa, spesso non lascia nemmeno il tempo di rendersene conto; colpisce anche chi è in buona salute, giovano e sano. Per questo la prevenzione diventa il tassello fondamentale.
LifeStyle è nato proprio per questo: dalla consapevolezza che occorre fare proprio uno stile di vita sano, una dieta corretta e movimento quotidiano, è sufficiente anche alzarsi e camminare ogni 30 minuti.

E’ PARMA LA CAPITALE ITALIANA DELLA CULTURA 2020

Piacenza ci ha sperato fino all’ultimo, ma non è bastato. Al rush finale è stata superata da Parma. Verrebbe da dire “ancora una volta”.
Lo ha annunciato il ministro per i Beni culturali Dario Franceschini nella cerimonia che si è svolta al Ministero, a cui hanno partecipato il sindaco Patrizia Barbieri, l’assessore alla Cultura Massimo Polledri, la direttrice dei Musei di Palazzo Farnese Antonella Gigli.
Staremo a vedere se la altre due città emiliane, Piacenza e Reggi Emilia, collaboreranno con la vincitrice come era nei propositi iniziali.
Ecco il link della cerimonia di questa mattina

https://video.repubblica.it/edizione/parma/parma-capitale-italiana-cultura-2020-l-annuncio-del-ministro-l-emozione-di-pizzarotti/297346/297965

SANT’AGOSTINO DIVENTERA’ UN POLO CULTURALE PERMANENTE

Diventerà un polo culturale permanente che ospiterà per tutto l’anno esposizioni al di la dei transetti e per il resto eventi che si alterneranno nel tempo. Un’idea che a breve si concretizzerà, tra le più rosee aspettative c’è la data del 28 agosto, il giorno di Sant’Agostino, per l’inaugurazione. Ad aggiudicarsi il bando per il recupero è stata l’antiquaria piacentina Enrica De Micheli insieme all’architetto Enrico de Benedetti.

IL SEGRETO DI CANOVA NEL ROMANZO DI GABRIELE DADATI

Lo definisce un amico di lunga data, fin dai tempi della tesi di laurea. Dopo anni di studio intenso, quasi ossessivo, non poteva che nascere un libro, un vero e proprio romanzo storico, 350 pagina in cui Gabriele Dadati racconta un segreto, il segreto di Antonio Canova che lo scultore simbolo del neoclassicismo svela sul letto di morte al fratellastro. Questo è L’ultima notte di Antonio Canova edito da Baldini e Castoldi, in uscita dal 15 febbraio. Sabato 17 la presentazione a Biffi Arte.