Archivi categoria: Spettacolo

TRIESTE 34: ECCO TUTTE LE NOVITA’ DELL’OTTAVA STAGIONE

In sei stagioni oltre 300 spettacoli con 14 mila spettatori, sono i numeri del Teatro Trieste 34 che si appresta a cominciare la nuova stagione. Otto rassegne con una visione nuova, originale di intendere il teatro. 39 spettacoli tra improvvisazione, danza contemporanea con una compagnia che viene dalla Scozia, dietro il naso rosso rassegna comica alla quale prenderà parte una compagnia francese, la domenica dei piccoli e il teatro a kilometro zero. 

A LELLA COSTA E LAURA CURINO IL PREMI PULCHERIA 2017

Lella Costa e Laura Curino riceveranno il Premio Pulcheria 2017 ; le due attrici fanno parte del cast della prossima edizione della rassegna organizzata dal Comune di Piacenza e da Paola Padrazzini. “Una luce puntata sulle discriminazioni che oggi sono più presenti che mai – ha detto Pedrazzini – soprattutto in ambiti professionali appannaggio maschile”. Si comincia giovedì 19 ottobre, ore 16.00 Salone Monumentale della Biblioteca Passerini Landi con Chimere, presentazione del libro di Annavera Viva; venerdì 20 ottobre, ore 16.00
Salone Monumentale della Biblioteca Passerini Landi Donne artiste e riconoscimento del ruolo creativo femminile da Artemisia Gentileschi a Tamara de Lempicka; venerdì 20, ore 18.00 Salone d’onore di Palazzo Rota Pisaroni – Fondazione di Piacenza e Vigevano
Medicina al femminile, dalla prima donna medico al primo parto cesareo; sabato 21 ottobre, ore 11.00 Salone Monumentale della Biblioteca Passerini Landi Donne di potere e reputazione Maria Antonietta e Madame du Barry; sabato 21 ottobre, ore 21.00
Auditorium della Fondazione di Piacenza e Vigevano Lella Costa in Questioni di Cuore; domenica 22 ottobre, ore 11.00 Auditorium S. Ilario Il Fuoco della violenza
IL FUOCO DELLA VIOLENZA, presentazione  del libro di Renza Dealberti con la partecipazione dell’autrice e dell’avvocato Lucia Capell; domenica 22 ottobre, ore 18.00
Salone d’onore di Palazzo Rota Pisaroni – Fondazione di Piacenza e Vigevano
I talenti delle donne Conversazione con Laura Curino; domenica 22 ottobre, ore 21.00
Auditorium della Fondazione di Piacenza e Vigevano, Norma Jean – Letture su Marilyn Monro, reading teatrale a cura di Letizia Bravi e Leonardo Lidi.

CANTAFESTIVAL: ECCO LA FINALE DELL’ EDIZIONE 2017

Le esibizioni dei cantanti in gara, le premiazioni, ma anche i momenti di spettacolo e i riconoscimenti agli ospiti. Tutta la finale della 15 esima edizione del Cantafestival 2017 in questo video che riassume la serata del 2 agosto dalla piazza del Castello di Calendasco. Potrete scegliere cosa rivedere tra le esibizioni dei 15 ragazzi, i momenti di spettacolo con Daniele Ronda, le esibizioni degli allievi della scuola di ballo Il Palcoscenico, le premiazioni, che hanno incoronato Annabella Salzano vincitrice, e i riconoscimenti agli ospiti tra cui la presidente di giuria Marinella Venegoni, giornalista de La Stampa e critico musicale. Ecco il link della pagina cantafestival.zero523.tv

CANTAFESTIVAL 2017: PRIMO POSTO PER ANNABELLA SALZANO

Annabella Salzano è la vincitrice della 15 esima edizione del Cantafestival. Arianna Vitale seconda classificata che si aggiudicata anche il premio della critica e terzo posto per Alessandro Cioko. Premio per la miglior presenza scenica a Camilla Merli.La proclamazione si è svolta a Calendasco sullo sfondo del castello, in un serata davvero partecipata. Presidente di giuria la giornalista e critico musicale Marinella Venegoni.

CANTAFESTIVAL, TUTTO PRONTO PER LA 15ESIMA EDIZIONE

Due selezioni e la finale: 21, 28 luglio, 2 agosto. Sono le date del Cantafestival 2017, quest’anno giunto alla 15 esima edizione. Tante le novità a partire dal presidente di giuria che il 2 agosto sarà alla piazza del Castello di Calendasco: Marinella Vanegoni, giornalista de La Stampa e noto critico musicale. Ha conosciuto e intervistato varie rockstar, dai Rolling Stones agli U2 a Madonna, e noti artisti italiani, da Battiato a Guccini, da Dalla a Vasco Rossi. Sarà lei ad annunciare il vincitore della 15 esima edizione del Cantafrestival, ormai un appuntamento fisso nel panorama degli eventi musicali, una vetrina importante per i ragazzi con la passione per il canto. 

BRANDUARDI A VELEIA CON I BRANI PIU’ AMATI DAL PUBBLICO

Sarà Angelo Branduardi il protagonista del secondo appuntamento del Festival Teatro antico di Veleia. Mercoledì 19 luglio si esibirà in Antologica, concerto con i brani più amati dal cantautore.  Dal carpe diem di Cogli la prima mela, alla spiritualità del Cantico delle creature, al biblico Vanità di vanità il sofisticato menestrello ci trascinerà in un viaggio attraverso i suoi brani più amati (Alla fiera dell’est, Domenica e lunedì, Si può fare, La pulce d’acqua, Il sultano di Babilonia) in cui alla ricchezza musicale si aggiunge la teatralità dell’interpretazione e la preziosità dei testi attinti ad un vastissimo patrimonio poetico (dai lirici greci Saffo e Alcmane, a Lucrezio, a San Francesco…). Angelo Branduardi “con le sue ballate e i suoi testi aulici è l’indiscusso “menestrello” del nostro cantautorato, capace di trapiantare nella canzone italiana la sua predilezione per il fiabesco, che attinge dal repertorio delle leggende antiche”.(Ondarock) A quindici anni consegue il diploma in violino al conservatorio per poi iniziare a comporre e a realizzare album di grandissimo successo come Alla fiera dell’Est, La pulce d’acqua, Cogli la prima mela, tradotti in più lingue e premiati dalla critica italiana, tedesca, francese ed europea (trofeo Golden Europa e premio della critica discografica), Si può fare, Domenica e lunedì (frutto di collaborazioni importanti per esempio con Finardi e Vecchioni), L’infinitamente piccolo tutto dedicato a San Francesco (con c0ntributi di Franco Battiato ed Ennio Morricone).

 

 

SEI GIORNI DELLE ROSE, STASERA GRAN FINALE IN DIRETTA

Sta per concludersi la 20 esima edizione della Sei Giorni delle Rose al velodromo Attilio Pavesi di Fiorenzuola.
Sei pomeriggi e altrettante serate in cui hanno corso gli atleti più importanti del ciclismo su pista internazionale. 36 le nazioni rappresentata in questa competizione che negli anni ha acquistato sempre più una valenza internazionale, confermata anche dal successo di pubblico.
Il programma dell’ultima serata prevede vede in pista i grandi campioni che si daranno battaglia per eleggere il re della gara a coppie che succederà ad Elia Viviani e a Michele Scartezzini.
Spazio anche al paracycling con le gare di hand bike, mentre tra quelle di classe 1 Uci c’è la corsa femminile a punti che vedrà scendere in pista la piacentina Giorgia Bronzini, reduce dal Giro Rosa su strada.
La serata sarà arricchita dal concerto di Povia e dai fuochi d’artificio che daranno l’appuntamento all’edizione 2018.
Come per tutte le serate, anche oggi tutte le gare verranno trasmesse in live streaming su vari canali web: pagine Facebook Veledromo Attilio Pavesi (Fiorenzuola), Zerocinque23; fiorenzuolatrack.zero523.tv, youtube Sei Giorni delle Rose, dailymotion canale 0523tv.
Non solo gare ma anche interviste, impressioni a caldo, ospiti: Andrea Dossena da bordo pista raccoglierà anche per l’ultima serate le interviste dei protagonisti facendovi entrare direttamente nel clima del Velodromo Pavesi. I contributi raccolti nel corso della Sei Giorni sono visibili nella sezione Live Streaming & Video del sito http://www.fiorenzuolatrack.it.
Anche stasera, dalle 20.30, la gara verrà trasmessa sul canale 95 Telesolregina.

TEATRO ANTICO VELEIA: SI PARTE VENERDI’ 14 CON GALIMBERTI E RUBINI

Scalda i motori l’edizione 2017 del Festival di Teatro Antico di Veleia: si parte venerdì 14 luglio con Umberto Galimberti e Sergio Rubini in Tà Erotikà Le cose dell’amore.

L’apertura è affidata al grande filosofo e psicoanalista junghiano Umberto Galimberti che cui guiderà nel territorio misterioso dell’amore in una colta a appassionata indagine intorno ai suoi enigmi: desiderio seduzione, idealizzazione, follia, sacralità, trascendenza, possesso.

Insieme a lui, un’icona del cinema italiano, l’attore Sergio Rubini leggerà brani del Simposio di Platone che propone la seducente visione dell’amore capace di liberare la forza demoniaca dell’eros al di là del vincolo dei corpi e degli individui. Ad impreziosire l’atmosfera, il suono dell’arpa di Eleonora Bagarotti.