PIACE.EAT: IN VETRINA LE ECCELLENZE A CHILOMETRO ZERO

Mangiare bene aiuta a vivere meglio; possono bastare anche pochi accorgimenti e utili consigli per trovare la propria dimensione. Piace.eat, la prima fiera dell’agroalimentare piacentino, ha proprio questo obiettivo: porre l’accento sul connubio alimentazione e salute con un focus particolare dedicato ai prodotti del territorio che rappresentano le eccellenze con i dop e doc. Prodotti tipici in vetrina, che accompagnano la tre giorni con un ricco programma di convegni, work shop, show cookink, presentazioni di libri e degustazioni.

PIACE.EAT, LA SFIDA CHE SI VINCE IN SQUADRA

L’obiettivo è ambizioso e gli organizzatori lo sanno bene. La sfida è di quelle importanti sia per il tema che per il programma.
Piace.eat, la prima fiera dell’agroalimentare piacentino, è nata per valorizzare i prodotti del territorio in chiave salutistica che avranno per tre giorni una vetrina d’eccezione.
Dal 27 al 29 ottobre Piacenza Expo ospiterà convegni, workshop, cooking show dedicati al cibo e al benessere.

PIACE.EAT: LA VETRINA DELL’AGROALIMENTARE A PIACENZA EXPO

In vetrina ci saranno tutti i prodotti dell’agroalimentare piacentino, le eccellenza del nostro territorio che avranno per tre giorni una visibilità speciale. Nel prossimo week end, dal 27 al 29 ottobre Piacenza Expo ospiterà Piace.eat, la prima fiera piacentina dedicata all’agroalimentare. Il tema principale sarà il prodotto legato al territorio, alimentazione sana, sport e movimento. Non mancheranno aree espositive e dimostrative con show cooking alla presenza degli chef.

MARCO TREVISAN: “BIODINAMICO? SOLO BUSINESS COMMERCIALE”

Marco Trevisan, da un anno preside della Facoltà di Scienze Agrarie, Alimentari e Ambientali dell’ Università Cattolica del Sacro Cuore di Piacenza traccia un primo bilancio a #Diprofilo. In primo piano l’agroalimentare piacentino, il corso triennale in lingua inglese SAFE sulla sicurezza alimentare. Posizioni precise sul biodinamico “solo business commerciale” ma anche sui cosiddetti prodotti senza “evitiamoli se non sono necessari”.

LUDOVICO: “PER PIACENZA E’ INDISPENSABILE UN MARCHIO FARO”

Non è piacentino di origine, ma la piacentinità ormai ce l’ha nel sangue, perché del nostro territorio conosce e apprezza l’amore per la terra, la sincerità e la laboriosità fino a farle proprie. Sante Ludovico, oltre che patron di Pizza + 1, è presidente del consorzio Piacenza Alimentare che riunisce un centinaio di aziende del territorio che si occupano di agroalimentare. Un patrimonio immenso che comprende 3 salumi Dop, 18 vini Dop. Un fatturato interno di 1 miliardo 300 milioni, un export di oltre 250 milioni con un + 15% rispetto all’anno precedente, verso nuovi mercati: Stati Uniti, Canada, Giappone, Corea ma soprattutto il mercato europeo. La Francia resta il miglior mercato con oltre 50 milioni di euro di fatturato.

PIACE.EAT: ECCO IL SALONE DELL’AGROALIMENTARE A PIACENZA EXPO

Piace. eat acronimo di energia alimentazione territorio. Sarà il nome del salone dell’agroalimentare che per tre giorni dal 27 al 29 ottobre occuperà gli spazi espositivi di Piacenza Expo. Sei macro aree tematiche: mercato della salute, convegni ed eventi, laboratori, internazionale, fuori salone, professional, food e longevity.

PUNTARE SULL’EXPORT PER RILANCIARE IL SISTEMA PRODUTTIVO

Agroalimentare, oil & gas, meccanica e infrastrutture. Le quattro filiere produttive cardine del nostro territorio che possono e devono trovare possibilità di sviluppo nell’export, non solo in Europa, dove è più semplice esportare, ma anche e soprattutto in quei paesi emergenti, nei quali la lingua e le leggi sono differenti. Roberto Luongo, Direttore Generale dell’Ice, l’agenzia per la promozione all’estero e l’internalizzazione delle imprese italiane ha incontrato a Piacenza i principali esponenti del tessuto economico piacentino all’estero. Una possibilità per le imprese di scoprire opportunità di sviluppo in mercati più o meno conosciuti grazie all’assistenza che agenzie come Ice offrono.