TRAGEDIA DEL PENDOLINO, PIACENZA NON DIMENTICA

Lidio, Pasquale, Gaetano, Francesco, Cinzia, Lorella, Agatina e Carmela. Uomini e donne di cui il tempo non scalfisce il ricordo. Sono i macchinisti, agenti, hostess e passeggeri che hanno perso la vita 21 anni fa nella tragedia ferroviaria del pendolino, il 12 gennaio del 1997.

BONADE’: “PIU’ SOLIDARIETA’ E MENO CARITA’ “

Vivere le esperienze direttamente è ciò che fa la differenza. Lo sa bene Gianni Bonadè, che da quasi 15 anni gestisce, con i volontari della Ronda della Carità, il rifugio Segadelli alla stazione di Piacenza. La struttura comunale è aperta tutto l’anno e offre un letto ai senza fissa dimora.
Ma l’esperienza di Bonadè, negli anni si è allargata anche all’Africa: in Kenya e in Senegal dove, entro il prossimo anno, dovrebbe vedere la luce un dispensario.