Archivio mensile:settembre 2017

GIS 2017: EDIZIONE DA TUTTO ESAURITO

Ha raggiunto per la prima volta il sold out con 306 espositori diretti in arrivo da tutta europa , oltre 400 indiretti. 30 mila metri quadrati di superficie occupati dagli stand, oltre 200 nuovi pezzi in esposizione. Sono i numeri da record della sesta edizione del GIS, Giornate del Sollevamento e dei Trasporti Eccezionali a Piacenza Expo dal 5 al 7 ottobre prossimi. Si prospetta Un’edizione da tutto esaurito anche nel numero dei visitatori che, ad oggi, sono già 3 mila pre registrati.

IL PAPERO CHE GALLEGGIA NEL MARE DELL’EDITORIA

Editoria a filiera corta ribelle alle logiche di mercato. Questo è Il Papero Editore fondato due anni fa da Gabriele Dadati e Davide Corona.
Oggi Il Papero ha una nuova casa all’interno della galleria Borgo Faxhall. Con Gabriele eDadati abbiamo raccontato la storia del Papero, il coraggio di farlo nascere e i progetti futuri.

LA SCIMMIA ABBRACCIONA: QUANDO A PARLARE SONO LE IMMAGINI

La Scimmia Abbracciona stringe a sé le persone che incontra. E’ un gesto semplice, che esprime affetto e simpatia. Proprio come fa Michele, che si è scoperto autore di un libro speciale, dal titolo, per l’appunto, La Scimmia Abbracciona. Un in book a cui ha lavorato una decina di ragazzi del programma autismo, tra cui Chiara, Michele l’autore, Francesco, Stefano, Riccardo. Luca, studente dell’istituto d’arte Gazzola, che si è occupato di dare una veste ai personaggi della storia attraverso le sue illustrazioni.

NUVOLATI: “PIACENZA SI QUALIFICHI A VANTAGGIO DEI PIU’ DEBOLI”

“Piacenza si riqualifichi a vantaggio dei più deboli”. A dirlo è Giampaolo Nuvolati, docente di sociologia urbana all’università di Milano Bicocca. Piacenza, come altre città medio piccole, ha subito una enorme trasformazione negli ultimi anni. E’ compito delle amministrazioni stare al passo coi tempi ed elaborare politiche che non creino vuoti urbani ma che favoriscano soprattutto le fasce meno abbienti. Il rischio è quella di una eccessiva polarizzazione.

>

ALLUVIONE, MANCA LA CULTURA DEL RISCHIO

I cittadini sono l’ultimo anello della catena che deve far fronte all’emergenza in caso di inondazioni. Come? Sulla base di comportamenti virtuosi che salvano la pelle. Il progetto Capflo ha studiato l’analisi delle capacità sociali per la mitigazione dei rischi di inondazione, sviluppando proprio questo, ovvero le capacità sociali delle comunità neri bacini, in particolare nella val Trebbia per il territorio piacentino. Quello che è emerso è che in pochi sanno cosa fare in caso di allerta: la conoscenza del sistema di prevenzione è limitata, non si conoscono le aree di assistenza, non si sa come minimizzare i rischi, ma si conoscono invece le aree a rischio

BERRA, PD: “VERSO IL CONGRESSO CON UN CANDIDATO DELLA MAGGIORANZA”

E’ un periodo di transizione quello che sta attraversando il Partito Democratico locale, reduce dalla sconfitta elettorale e in preparazione del congresso che si terrà alla fine di ottobre. È proprio verso questo appuntamento che il PD nutre le speranze, neanche troppo celate, di un rilancio. Un congresso vero, anche ruvido per certi aspetti, ma non fasullo. La pensa così Carlo Berra, storico esponente della sinistra piacentina.

SUMMER SCHOOL: TRIS DI ASSI PER PARLARE DI COMUNICAZIONE E ARCHITETTURA

Alberto Barbera, Marco Bellocchio, Aldo Grasso. Un tris di assi del mondo della comunicazione ha incontrato gli studenti della Summer School organizzata dal Politecnico di Milano. Come la tv e il cinema diventano formidabili strumenti di interpretazione della città del futuro, il tema dell’evento rivolto ad un nutrito pubblico di giovani architetti che la visione del futuro ce l’hanno nel dna.

GAZZOLA: “PIACENZA GIOCHI LA CARTA DEL TERRITORIO DI PASSO”

Pochi eventi ma vincenti: come a dire che quel conta è la qualità non la quantità. Secondo Eugenio Gazzola, operatore culturale, ex membro del cda della galleria Ricci Oddi, Piacenza ha la carte in regola per diventare capitale italiana della cultura nel 2020, l’importante è sceglierle bene le carte, delicato compito a cui è chiamato il neonato comitato promotore.