LA VIOLENZA SU DONNE E BAMBINI SI COMBATTE CON LA PREVENZIONE

Al CIPM, Centro Italiano per Promozione della Mediazione, a Piacenza dal 2011, si lavora ogni giorni con gli autori di reati sessuali verso le donne e minori. Un ambito delicato in cui per entrare, agire e ottenere buoni risultati occorre essere preparati e pronti. L’obiettivo è ridurre fortemente la recidiva e per, quanto possibile, agire sulla prevenzione prima di commettere il reato.

SCLEROSI MULTIPLA: UN PERCORSO CHE MIGLIORA L’ASSISTENZA

Un percorso che facilita la vita ai malati di sclerosi multipla, una patologia in forte aumento che si manifesta anche in età pediatrica, anche se l’eta media vede il picco intorno ai 20 anni, dopo i 30. Il centro sclerosi multipla dell’Asl di Piacenza segue attualmente 288 pazienti di cui 198 in terapia. Il nuovo percorso punta sulla prevenzione e sul mantenimento delle abilità

MALIVERNI: “PIACENZA PUNTI PIU’ SUL CINEMA”

Perché non puntare sul cinema come forma di cultura e investimento? Per Piacenza è un terreno pressoché inesplorato. Ne abbiamo parlato con lo storico dell’arte Alessandro Malinverni che dal primo marzo curerà sei appuntamenti agli Amici dell’Arte “Il rinascimento italiano e i suoi maestri”.

ZINGARETTI: “NEL PD ABBIAMO LITIGATO MOLTO E DISCUSSO POCO”

Piazza Grande è arrivata anche a Piacenza. La mozione di Nicola Zingaretti, candidato alla primarie del Pd del 3 marzo, è stata presentata anche a Piacenza. Ad accompagnare il presidente della regione Lazio la piacentina Paola De Micheli, presidente del comitato che sta organizzando la campagna di Zingaretti.

MARATONA DI LETTURA DELL’ODISSEA: LA CLASSICITA’ CHE NON HA TEMPO

Gli studenti del liceo Gioia sono stati i protagonisti della maratona di lettura dell’odissea , in occasione del quinto anno in cui in tutta italia si celebra la notte del liceo classico. Quest’anno, guidati da sette insegnanti, i ragazzi hanno pensato di cominciare i canti all’interno del liceo per poi arrivare nel corso della giornata anche fuori, in città, tra le vie: dal mercato di piazza casali, alla biblioteca Passerini Landi, dai musei civici alla libreria Feltrinelli.

EX CARMINE: UN PONTE TRA PIACENZA E IL MONDO

Verrà inaugurato nel prossimo autunno, il Laboratorio aperto nell’ex chiesa del Carmine aprirà le porte alla città e diventerà un hub fisico dedicato alla pratica dell’innovazione in tutte le sue espressioni. Uno spazio pronto ad accogliere le tecnologie, competenze e attività nuove improntate alla mobilità e logistica sostenibile e sviluppo della smart city.

PAPAMARENGHI: “PER PIACENZA IL 2019 SARA’ L’ANNO DEL GUSTO”

“Per Piacenza il 2019 sarà l’anno del gusto”. A dirlo è l’assessore alla Cultura Jonathan Papamarenghi, membro della giunta Barbieri da un paio di mesi. Tra i prossimi obiettivi la realizzazione della sezione romana a Palazzo Farnese e mettere a sistema tutte le realtà che gravitano intorno al mondo della cultura, cercando di migliorare in termini di marketing territoriale.

MONS. AMBROSIO SUI MIGRANTI NEL MEDITERRANEO: “NON SI PUO’ RIFIUTARE IL SOCCORSO, NON E’ UMANO”

“Quando la vita è in pericolo non si può non intervenire e aiutare a uscire da una situazione di grave emergenza”. Così il vescovo di Piacenza Gianni Ambrosio ha risposto alla nostra sollecitazione in merito alla situazione che stanno subendo, da giorni, i 49 immigrati a bordo delle Sea Watch e Sea Eye nel Mediterraneo. Anche Papa Francesco, durante l’Angelus, aveva rivolto un appello accorato ai leader europei “perché dimostrino concreta solidarietà nei confronti di 49 persone che da parecchi giorni vivono sulle due navi nel Mediterraneo”. “Finché sarò ministro i porti saranno chiusi” ha risposto il ministro dell’Interno Salvini.

Monsignor Ambrosio, che in questi giorni si trova in ritiro spirituale, è sulla linea del Pontefice: “Non si può rifiutare il soccorso. Non è umano questo rifiuto. Occorrerà evitare per il futuro che si creino situazioni di così drammatica emergenza. A questo tutti dovrebbero cooperare”. Un appello che arriva forte e chiaro dalla chiesa piacentina, al di là delle questioni politiche, ma che ha il sapore del buon senso.

 

 

 

BARBIERI: “AVREI PREFERITO VEDERE PIU’ RISULTATI, MA SONO SODDISFATTA”

Il 2019 sarà l’anno della svolta, l’anno in cui cominceranno a vedersi i risultati del lavoro svolto. Come a dire che i frutti non sono ancora arrivati, come forse si sperava che fosse. A partire proprio da lei, da sindaco Barbieri che invita i cittadini a guardare al 2019 come l’anno in cui si vedranno i risultati tangibili del lavoro portato avanti da un anno e mezzo. Così nel tradizionale momento degli scambi di auguri con la stampa locale, il sindaco insieme ai suoi assessori, non tutti per la verità, ha tracciato il bilancio dell’anno che sta per concludersi.