A TAVOLA INFORMATI RACCONTA IL BREVETTO JAX +

Puntata speciale quella di A tavola inFORMAti in programma martedì 25. Francesca Varvello, Ceo della start up Heallo, ci racconterà le potenzialità del brevetto Jax+ che permette di dimezzare il picco glicemico dopo i pasti. In che modo? Ascoltate questa anticipazione e non perdetevi la puntata in tv, sul 95 alle 13, e su facebook a tavola informati. 

TOMATO WORLD: COME RECUPERARE IL VALORE DELL’ORO ROSSO

Il prodotto è eccellente, 100% italiano, raccolto totalmente a macchina, biologico per il 10%, seguendo al 90% il disciplinare di produzione integrata, a bassissima emissione di CO2. Nonostante tutto il pomodoro da industria, che rappresenta la vera ricchezza del nostro paese, deve fare i conti con due criticità non da poco: il cambiamento climatico e l’inadeguata valorizzazione. La due giorni di Tomato World a Piacenza Expo si è aperta proprio con questa tematica. 

NUOVA LAUREA IN SOSTENIBILITA’ E MANAGEMENT. DIES ACADEMICUS CON KERRY KENNEDY

E’ pronto per partire dal prossimo anno accademico il corso di laurea in sostenibilità e management della facoltà di economia. Un corso che si sviluppa in modo innovativo e originale basandosi sui tre pilastri fondamentali di una concezione moderna della sostenibilità, economico, agrario e formativo.

L’annuncio del Magnifico Rettore Franco Anelli nel Dies Academicus che ogni anno celebra l’Università Cattolica del Sacro Cuore. Un risultato frutto della proficua collaborazione, che prosegue da svariati anni, con Kerry Kennedy, presidente onorario Robert Kennedy Human Rights Italia.

IL PRESUNTO LADRO SUL FURTO DEL KLIMT “E SE IL QUADRO FOSSE UN FALSO?”

Si infittisce sempre di più il mistero che aleggia intorno al Ritratto di Signora di Klimt. Nelle ultima settimane più che dipanati, i dubbi sembrano essere sempre più fitti, segno che gli inquirenti stanno scandangliando davvero tutte le ipotesi. 

L’ultimo colpo di scena di questa vicenda, che ogni giorno assume sempre più i caratteri di un film, l’ha rivelato la trasmissione di Italia 1 Le Iene. L’inviato Alessandro De Giuseppe ha intervistato il piacentino che si è autoaccusato di essere uno degli autori del furto 22 anni fa, che ha dichiarato: “Ricci Oddi ha acquistato il quadro nel 1925 per 30mila lire. Ma in quel periodo, un famosissimo falsario londinese autore di innumerevoli e pregiati falsi d’autore, insignito dalla regina Elisabetta come falsario, lavorava in Italia. Dopo la scoperta del doppio ritratto da parte della studentessa Claudia Maga, la Ricci Oddi aveva organizzato una mostra per rendere omaggio al quadro. Sarebbero arrivati esperti da tutto il mondo per ammirarlo. Nella mente di Fugazza (allora direttore della Galleria ndr) si era fatto largo il dubbio che il dipinto non fosse autentico. L’ex direttore nutriva il timore che Ricci Oddi avesse in realtà acquistato un falso e per questo motivo avrebbe pensato di organizzare il colpo”. Questo giustificherebbe l’ultimo atto della Procura di Piacenza che, pochi giorni fa, ha iscritto nel registro degli indagati la vedova di Stefano Fugazza. 

Una vicenda che, come ha detto ai nostri microfoni il giornalista di Libertà Ermanno Mariani “é tutta piacentina”, non manca di stupire di chissà quanti ancora colpi di scena. 

 

RICOMINCIARE EX NOVO DAL CARCERE

Il lavoro che accorcia le distanza tra il dentro e il fuori, tra il prima e il dopo. Imparare un mestiere quando si è in carcere fa considerare la pena da scontare con altri occhi, o almeno con un altro spirito. Un carcere che produce è un carcere più umano anche per chi sta al di là del cancello perché abbassa i pregiudizi e produce cambiamento nelle persone.

LA TECNOLOGIA PIACENTINA DI INFINITY IN CINA CONTRO IL CORONAVIRUS

C’è un’azienda tutta piacentina che in queste ore sta cavalcando l’emergenza cinese scoppiata con il Coronavirus. La Infinity Biotech di Rivergaro produce da anni strumentazioni tecnologicamente avanzate per la disinfezione sia industriale che domestica. Nel 2018 ha ottenuto la certificazione europea anche per l’abbattimento del Coronavirus.  L’ing. Shee, che a Shangai dirige un’azienda che si occupa di disinfezione ha conosciuto la tecnologia di Infinity Biotech nel 2011, oggi ha bisogno di molte più macchine prodotte dall’azienda piacentina per far fronte all’emergenza

GUSTA LA PREVENZIONE: AL VIA LA SECONDA EDIZIONE DAL 6 FEBBRAIO

Si parlerà di vino e cioccolato, delle virtù dell’olio d’oliva, di pane e farine e di dolci. Sono Temi controversi e per certi aspetti provocatori, quelli scelti per la seconda edizione de la salute è nel piatto, gli appuntamenti dedicati alla corretta alimentazione promossi dal Breast unit e Eataly Piacenza, in collaborazione con ANDID Emilia Romagna. La lotta ai tumori comincia da una sana alimentazione abbinata ad una regolare attività fisica che mantiene un peso corporeo constante.

A PALAZZO XNL LA PRIMA BIENNALE DEL COLLEZIONISMO EUROPEO

E’ stata definita la prima biennale del collezionismo europeo: la mostra La rivoluzione Siamo Noi. Collezionismo italiano contemporaneo, susciterà emozioni, provocherà per la sua indiscutibile e grande forza emotiva.

Una mostra in divenire, come si percepisce subito dall’allestimento con opere disseminate non certo caso nelle sale del palazzo, dedicata ai collezionisti, un omaggio ideale proprio a Giuseppe Ricci Oddi alla cui omonima galleria di via san Siro è collegato Palazzo XNL oltre che ospitarne una intera sezione. Si percepisce grande soddisfazione ed entusiasmo anche dagli sguardi, da parte degli attori che hanno contribuito non solo all’allestimento della mostra, visitabile dal 1 febbraio al 24 maggio, ma anche da parte di chi ha trasformato questo luogo per Piacenza. 150 opere, alcune di grandi dimensioni, scelte accuratamente da 18 prestigiose collezioni italiane.

Un vero documento su cinquant’anni di collezionismo, una collezione delle collezione, che consente al visitatore di entrare in un mondo privato, ricco di sorprese e provocazioni. La mostra è suddivisa in otto sezioni e permette di conciliare sia la componente più spettacolare che quella più intima ed emozionale.

AFRICA MISSION: LA MOSTRA DEDICATA A DON VITTORIO DIVENTA ITINERANTE

E’ un vero segno di speranza quello che attraversa la mostra fotografica dedicata a don Vittorione in occasione del venticinquesimo anniversario della sua morte, organizzata da Africa Mission Cooperazione e Sviluppo.

Il messaggio è proprio questo: far comprendere la missione di don Vittorio Pastori che in Africa ha compiuto quasi 150 viaggi in poco più di 20 anni e che è diventato parroco solo una decina d’anni prima di morire.

I panelli fotografici hanno impreziosito per alcune settimane la basilica di sant’Antonino, ora la mostra si prepara ad essere itinerante, sono infatti già stati avviati dei contatti per ospitarla in alcune chiese della città.