AFRICA MISSION: UN VIDEOPROIETTORE PER I RAGAZZI DI MOROTO DAL ROTARY CLUB FIORENZUOLA

La pandemia non ha interrotto l’amicizia fra Africa Mission Cooperazione e Sviluppo e il Rotary Club di Fiorenzuola. Oggi pomeriggio nella sede del Movimento si è infatti svolta la consegna di un videoproiettore laser donato dal Club per il Centro Giovani di Moroto: lo strumento è stato acquistato con i fondi raccolti durante la cena degli auguri di Natale.

La pandemia e il lockdown hanno reso impossibile la consegna che è avvenuta ora alla presenza del direttore di Africa Mission Cooperazione e Sviluppo Carlo Ruspantini, del presidente attuale del Rotary di Fiorenzuola Francesco Timpano e di Cristian Sartori, project manager di Inside Srl (la ditta che ha fornito il videoproiettore) e rotariano.

“Per noi è una donazione preziosa – spiega Ruspantini – che va a sostenere una realtà in cui quotidianamente 150 giovani svolgono attività educative e ricreative. Nel Centro di Moroto in gennaio 800 ragazzi hanno celebrato la Giornata mondiale della gioventù, 1200 bambini hanno partecipato a diversi tornei sportivi, 500 ragazzi hanno ricordato don Vittorione nel 25esimo della
morte e altri 400 sono stati sensibilizzati contro abusi e violenze. Un videoproiettore è un dono importante per noi che sancisce ancora una volta la vicinanza con il Rotary Club Fiorenzuola già attestata coi passati presidenti Stefano Sfulcini e Rinaldo Onesti”.
“Siamo contenti di poter consegnare questo videoproiettore – spiega Timpano – lo facciamo ora, seppure con un po’ di ritardo sui tempi a causa della pandemia. Lo scorso Natale abbiamo deciso di dedicare la nostra tradizionale cena degli auguri ad Africa Mission perché la consideriamo una realtà solidale d’eccellenza nel nostro territorio: i fondi raccolti in quell’occasione sono stati destinati all’acquisto di questo macchinario”.

INAUGURATO IL POZZO INTITOLATO A PROSPERO CRAVEDI

Ci sono momenti semplici e veri che valgono più di mille cerimonie. Quello avvenuto oggi a Moroto in Uganda è stato di certo uno di questi. Non c’eravamo ma ne siamo certi leggendo i racconti di chi era lì e le foto che hanno fermato quegli attimi. Nella scuola di Moroto Angela e Gianni, moglie e figlio di Prospero Cravedi, hanno inaugurato il pozzo intitolato proprio a lui. Una targa con inciso il nome d Prospero “dear friend of Africa Mission and the karimojon people”. È stato così fin dal primo viaggio che Prospero fece nel 1980 fino all’ultimo nel 2010 insieme ad Africa Mission in mezzo ai bambini sorridenti che fissavano dritto dritto  l’obiettivo. Ed è stato così ancora oggi anche se Prospero non era lì. Questo è il miglior modo per raccontare quello che amava, i luoghi, le persone, i cibi che ha fatto conoscere anche a noi attraverso le sue fotografie.

L’IMPEGNO SOCIALE DI PROSPERO CRAVEDI NEL SUO DIARIO AFRICANO

Prospero Cravedi fotografo, reporter, giornalista e volontario. C’è tutta la vita e la passione per il suo lavoro nel libro “Abbi fede facciamo da mangiare” Diario Africano di Prospero Cravedi edito dalla casa editrice Officina Eredi Guttemberg. Appunti di viaggio che Prospero scrisse nel 2010 mentre era in Uganda a cui sono state aggiunte alcune parti dalla redazione di PiacenzaSera.it per descrivere il rapporto con Africa Missione Cooperazione e Sviluppo, associazione con cui Prospero ha collaborato da decenni. “Prospero e’ stato i nostri occhi e questo libro è un ottimo biglietto da visita per la nostra associazione” – ha detto Don Maurizio Noberini di Alfrica Mission. Proprio in Uganda verrà costruito un pozzo intitolato a Prospero. “Il libro – ha spiegato Mauro Ferri direttore di PiacenzaSera.it- e’ una promessa che abbiamo fatto a Prospero e che siamo riusciti a mantenere”. Alla presentazione del libro ha partecipato anche l’avvocato Corrado Sforza Fogliani che ha conosciuto Prospero negli anni 60. “Più che idee aveva ideali – ha detto – così cominciammo a frequentarci. È stato un uomo con la schiena dritta che non si piegò mai e non venne mai meno ai suoi ideali”. “L’impegno di Prospero era sociale – ha detto Maria Vittoria Gazzola, collega e amica – non ha mai fatto fotografie a caso ma sempre pensate per far riflettere chi guardava”.

image image

AFRICA MISSION, UN ESEMPIO DI COOPERAZIONE NEL MONDO

Una grande festa per Africa Mission a cui è andata la Benemerenza di Città Primogenita che ha sancito l’adesione al Regno di Savoia dopo il plebiscito. L’amministrazione, con il sindaco Dosi, ha voluto celebrare la preziosa attività che da decenni Africa Mission, anche grazie ai volontari, svolge tra le popolazioni africane più bisognose, sull’esempio di Don Vittorione fondatore dell’associazione. Nelle foto di Prospero Cravedi i momenti più significativi della cerimonia e i luoghi dove opera Afica Mission Cooperazionece Sviluppo.

image

 image

A PIACENZA IL NATALE PARLA ANCHE AFRICANO

Quest’anno il Natale a Piacenza parlerà anche altre lingue. Oltre al tradizionale mercatino in piazza Cavalli dal 28 novembre al 29 dicembre, la sala Cattivelli ospiterà a partire da sabato 29 il presepe artigianale africano che resterà allestito fino al 6 gennaio. L’iniziativa è del Comune in collaborazione con Africa Mission. Tante le iniziative in programma per i mesi di dicembre e gennaio a palazzo Farnese, galleria Ricci Oddi, teatro municipale, collegio Alberoni e biblioteche comunali.

luminarie