LA FIERA DI PRIMAVERA FA IL PIENO A PIACENZA EXPO

E’ il tris di fiere più atteso della primavera, quello che raduna un gran numero di appassionati e anche addetti del settore. Apimell, Seminat e Buon Vivere animerà l’intero week end a Piacenza Expo. Verde, natura e tipicità enogastronomiche saranno i protagonisti dei prossini giorni in fiera.

122 espositori diretti quelli che partecipano alle 38esima edizione di Apimell, la più importante e qualificata mostra mercato dedicata ai prodotti, alle attrezzature e alle tecnologie per l’apicoltura di tutta Europa. Un evento animato dai professionisti del settore ma anche dedicato al grande pubblico. Il settore apistico italiano è reduce da alcune difficili annate, per questo è stato messo al centro di bando e finanziamenti per risollevarlo. Apimell è un’ottima vetrina anche per parlare e spiegare questo opportunità attraverso il ricco programma convegnistico

e per chi ama il verde, le tecniche di giardinaggio e di potatura torna Seminat con un’ampia varietà di piante, alberi da frutto, piante ornamentali, attrezzature e strumenti da lavoro per inaugurare la nuova stagione del verde. Una trentina di espositori arricchiranno il programma con lezioni teorico pratiche gratuite aperte a tutti.

Il trittico delle fiere si chiude con Buon Vivere, alla 14esima edizione. La mostra mercato di prodotti enogastronomici con la partecipazione di 60 espositori provenienti dalle regioni italiane. Un percorso dove le tipicità la fanno da padrone che vuole valorizzare, diffondere e promuovere delle culture e delle tradizioni italiane attraverso la tavola.

APIMELL, SEMINAT, BUON VIVERE: ATTESI 25MILA VISITATORI PER LA FIERA DI PRIMAVERA A PIACENZA EXPO

E’ tutto pronto per le fiere di primavera targate Piacenza Expo. Dal 4 al 6 marzo i padiglioni dell’ente tornano ad ospitare Apimell, Seminat e Buon Vivere. Per la più importate mostra mercato dedicata ai prodotti, alle attrezzature e alle tecnologie per l’apicoltura saranno presenti 122 espositori diretti provenienti da tutta Europa, comprese Ungheria, Polonia e Romania. Con Apimell è previsto un ricco programma di convegni, spalmati nel corso dei tre giorni, organizzato dalla più importanti associazioni di categoria del settore. Seminat, la mostra mercato per gli amanti del giardinaggio e del florivivaismo, potrà contare su una trentina di espositori oltre che convegni e seminari gratuiti condotti da esperti. In contemporanea, torna la fiera delle tipicità gastronomiche italiane: Buon Vivere con la partecipazione di una sessantina di espositori da gran part delle regioni italiane.

APIMELL, FORESTALIA, BUON VIVERE: PARTENZA COL BOTTO

File alle casse già all’apertura dei cancelli a Piacenza Expo in occasione dell’edizione autunnale di Apimell che insieme a Forestalia e Buon Vivere sono il fiore all’occhiello dell’ente fieristico. Incremento degli espositori del 20% rispetto all’ultima edizione del 2019 e considerata l’affluenza, già dal primo giorno, si preannuncia un ottimo successo.

APIMELL, FORESTALIA E BUON VIVERE: NEL WEEK END A PIACENZA EXPO

A Piacenza Expo è la volta di Apimell, Forestalia e Buon Vivere dal 30 ottobre al primo novembre. Le tre fiere organizzate e pensate proprie dell’ente fiera, dopo due anni di stop, si presentano al pubblico forti dei numeri inziali.

La quarta edizione autunnale di Apimell, vedrà la partecipazione di 105 espositori provenienti da tutta Europa con in incremento del 20 per cento rispetto all’edizione del 2019. Il settore apistico conta circa 50 mila apicoltori censiti, 1 milione e mezzo di alveari solo in Italia, Apimell si conferma la mostra mercato di riferimento assoluto del comparto che consolida il suo connubio con Forestalia, quest’anno alla sesta edizione. Con oltre 40 espositori presenti, è la fiera biennale organizzata da Piacenza Expo dedicata alle attività agroforestali. Sabato 30 ottobre è in programma il convegno d’apertura in collaborazione con la regione Emilia Romagna.

Naturale vetrina delle produzioni tipiche e della food valley italiana, Buon Vivere va a chiudere il trittico del prossimo week end: con la presenza di espositori dall’Emilia Romagna, ma anche Calabria, Toscana, Lombardia, Sicilia e Trentino Alto Adige.

APIMELL, SEMINAT, BUON VIVERE NEL WEEK END A PIACENZA EXPO

Tre fiere in una: la manifestazione di primavera che fa centro in ogni edizione. Si tratta di Apimell, Seminat e Buon Vivere il trittico che Piacenza Expo – Quartiere Fieristico di Piacenza mette in campo da oltre 30 edizioni con rinnovato successo di pubblico ed espositori, dall’1 al 3 marzo.

[videojs mp4=”http://www.zerocinque23.com/SERVIZI/A2019/APIMELL Presid.mp4″ poster=”http://www.zerocinque23.com/wp-content/uploads/2019/02/APIMEL.jpg” preload=”auto” autoplay=”false” width=”640″ height=”360″ id=”movie-id” class=”vjs-fluid” controls=”true” muted=”false”] [/videojs]

SEMINAT, APIMELL E BUON VIVERE SI FA IN QUATTRO

Quattro giorni anziché tre: dal primo al 4 marzo torna a Piacenza Expo – Quartiere Fieristico di Piacenza la fiera di primavera con Seminat Apimell e Buon Vivere. Un appuntamento imperdibile non solo per gli addetti ai lavori ma anche per il grande pubblico che vede nella quattro giorni un momento di svago ma anche di scoperta di novità del settore.
Ecco il programma con tutte le novità.

[videojs mp4=”http://www.zero523.tv/filmati/Seminat2018.mp4″ poster=”http://www.zerocinque23.com/wp-content/uploads/2018/02/seminat.jpg” preload=”auto” autoplay=”false” width=”640″ height=”360″ id=”movie-id” class=”alignleft” controls=”true” muted=”false”][/videojs]

SEMINAT APIMELL BUON VIVERE, PARTENZA COL BOTTO

Un successo garantito anche per l’edizione 2017 per quella che i piacentini conoscono come la fiera di primavera, un appuntamento fisso e imperdibile, un must per Piacenza Expo che l’organizza da anni. Tre fiere in una: Seminat Apimell e Buon Vivere è in grado di coniugare la passione per il pollice verde, quella per il cibo italiano e la professionalità di decine e decina di apicoltori italiani che trovano in Apimell una tre giorni di aggiornamento imperdibile e un incontro con i colleghi di tutta Europa che  anche quest’anno la mostra si conferma la più importante Mostra Mercato Internazionale di Apicoltura, dei Prodotti e delle Attrezzature Apistiche, con la presenza dei marchi più prestigiosi del comparto che hanno offerto le novità per l’allevamento e le fasi di lavorazione. Buon vivere, la più giovane delle tre mostre mercato che con i suoi 70 produttori agroalimentari italiani offre la possibilità di percorrere, in pochi passi, un vero e proprio viaggio del gusto dallo speck del Trentino Alto Adige fino ai cannoli siciliani passando per la Toscana, con la preparazione della fiorentina.  Accanto alla possibilità di acquistare direttamente, il visitatore trova proposte di degustazione ad opera del Campus Raineri Marcora. 

SEMINAT APIMELL E BUON VIVERE, TRE MONDI IN UNO

Tre mondi in uno: giardinaggio, apicultura e specialità gastronomiche. Tutto questo racchiuso nella fiera di primavere, un must per Piacenza Expo: Seminatt, Apimell e Buon Vivere. Tre eventi in uno che attirano al quartiere fieristico di Le Mose migliaia di visitatori e scolaresche anche delle province vicine. E’ proprio il bello, una fiera mercato per addetti ai lavori, nel caso di Apimell, ma anche adatta ad intere famiglie con la passione per il pollice verde o per la cucina. A disposizione degli apicoltori un capannone in più con la possibilità di scoprire tutte le novità in attesa dell’inizio della stagione, tutte le possibili soluzioni tecniche ed operative per l’allevamento e la cura delle api, la produzione, la trasformazione e il confezionamento dei prodotti dell’alveare. 

Parte dall’agroalimentare di qualità la rassegna Buon Vivere, che propone un vero itinerario del gusto con diverse tappe, che vanno dalla merenda all’aria, ai momenti di educazione alimentare per i più piccoli; alle degustazioni, quest’anno particolarmente curate. In fiera sono presentate le specialità di tutte le regioni italiane, dall’Alto Adige alla Sicilia, senza tralasciare i produttori locali. Tra le novità di quest’anno i segreti di una perfetta fiorentina e l’anolino da passeggio. 

Seminat è il classico della fiera di primavera, presenta un mercato variopinto di piante ornamentali e da frutto, sementi ed attrezzature da giardino: un appuntamento irrinunciabile per trovare occasioni e nuove idee verdi. La mostra è anche momento didattico e di aggiornamento su tecniche colturali e buone prassi. Il visitatore potrà partecipare ai laboratori di potatura per imparare a conoscere le tecniche che modificano il modo di vegetare e di fruttificare delle varie piante. Ma anche per chi per diletto ha il pollice verde Seminat offre prodotti, soluzioni ed attrezzature in grado di aiutare il lavoro nell’orto, nel giardino e nel frutteto con un occhio attento alla biodiversità ed alla sostenibilità.

seminat 2016apimell2016buon vivere 2016

SEMINAT, APIMELL, BUON VIVERE PARTENZA CON IL BOTTO

Seminat, Apimell e Buon Vivere hanno fatto il pieno fin dalle primo ore. Il tris di Piacenza Expo che apre la primavera è già un successo, a testimoniarlo il gran numero di visitatori che hanno affollato i padiglioni e visitato i 200 stand presenti per l’edizione 2015. Un’unica mostra mercato divisa in tre proposte di qualità: Seminat per che offre una varietà di piante ornamentali e da frutto, sementi ed attrezzature da giardino: un appuntamento irrinunciabile per trovare occasioni e nuove idee verdi. Interessante anche la proposta dei laboratori di potatura per imparare a conoscere le tecniche che modificano il modo di vegetare e di fruttificare delle varie piante, così come i percorsi informativi legati ai frutti antichi: per riscoprire i frutti di una volta, che, più resistenti alle malattie rispetto alle coltivazioni moderne, richiedono meno trattamenti fitosanitari e possono regalare sapori autentici e genuini. Apimell la fiera di nicchia per gli apicultori con le ultime tecniche più all’avanguardia del settore, un appuntamento annuale per chi ricerca tutte le possibili soluzioni tecniche ed operative per l’allevamento e la cura delle api, la produzione, la trasformazione e il confezionamento dei prodotti dell’alveare. Buon Vivere ospita operatori da tutta Italia, dal Sud Tirolo alla Sicilia, dal Veneto alla Sardegna tutti con prodotti freschi, cucinati sul posto.

Un appuntamento che quest’anno ha goduto anche della visita, in occasione del taglio del nastro, del presidente della Regione Stefano Bonaccini e della sua giunta.

 bonaccini seminat

SEMINAT, APIMELL E BUON VIVERE, I TRE GRANDI CLASSICI DI PIACENZA EXPO

Anteprima di primavera a Piacenza Expo dal 6 al 8 marzo con le mostre Seminat, Apimell e Buon Vivere. Il taglio del nastro venerdì 6 marzo alle 10.30 alla presenza del presidente della Regione Emilia Romagna Stefano Bonaccini e della sua giunta per il tour piacentino. Seminat, giunto alla 34 esima edizione, offre una mostra mercato di piante ornamentali e da frutto, sementi ed attrezzature da giardino: un appuntamento irrinunciabile per trovare occasioni e nuove idee verdi. Già all’ingresso della fiera, il visitatore potrà prendere spunto dai giardini “campione”, opera di artigiani vivaisti, che ogni anno utilizzano il palcoscenico di Seminat per fare ammirare le loro più originali realizzazioni. Parte dall’agroalimentare di qualità invece la rassegna Buon Vivere, che propone un vero itinerario del gusto con diverse tappe, che vanno dalla merenda all’aria, ai momenti di educazione alimentare per i più piccoli; alle degustazioni, quest’anno particolarmente curate; fino alle molte occasioni di acquisto ed allo spazio promo dedicato al pomodoro nell’anno di Expo 2015.  A Buon Vivere e Seminat si unisce un altro appuntamento di successo organizzato da Piacenza Expo: Apimell. La Mostra Mercato Internazionale di Apicoltura, dei Prodotti e delle Attrezzature Apistiche, si fregia in questa 32° edizione del Patrocinio del Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali. La mostra si caratterizza anche quest’anno come appuntamento annuale per chi, in concomitanza con l’inizio della stagione apistica, ricerca tutte le possibili soluzioni tecniche ed operative per l’allevamento e la cura delle api, la produzione, la trasformazione e il confezionamento dei prodotti dell’alveare.

seminat