EX CARMINE, AVVIATO IL CANTIERE DI 390 GIORNI

390 giorni di cantiere, al termine dei quali l’ex chiesa del carmine tornerà a splendere. Oggi la struttura ha riaperto le porte per ospitare i lavori di recupero e rifunzionalizzazione. Fondata nel 1334 dai padri carmelitani, in seguito alla soppressione nel 1805, la chiesa venne adibita ad ospedale, poi a magazzino mentre il vicino convento diventò prima caserma, poi pubblico macello. Dagli anni 50 fino al 2006 ospita gli uffici statali, da li in poi viene abbandonato. Il progetto complessivo, a seguito del ribasso dell’offerta, è pari a di 4 milioni 630 mila euro, di cui il 50 per cento dai fondi Dup della regione, ¼ dal Comune e ¼ dai fondi Asse 6. In sintesi l’intervento prevede la demolizione delle tamponature la riapertura delle porte minori, il rifacimento della scalinata su via borghetto, il recupero degli stucchi e il consolidamento delle volte e dei costoloni per adeguarli alle normative antisismiche. 

[videojs mp4=”http://www.zero523.tv/filmati/ex carmine.mp4″ webm=”http://www.zero523.tv/filmati/ex carmine.webm” poster=”http://www.zerocinque23.com/wp-content/uploads/2017/10/EX-CARMINE-1.jpg” preload=”auto” autoplay=”false” width=”640″ height=”360″ id=”movie-id” class=”alignleft” controls=”true” muted=”false”][/videojs]

PALAZZO EX ENEL, LA DEMOLIZIONE ENTRO IL 15 SETTEMBRE

L’intervento cambierà il  volto della parte nord della città. Palazzo ex Enel si inserira’in un contesto già riqualificato grazie al restyling di qualche anno fa di viale Risorgimento e all’impianto di illuminazione di Palazzo Farnese. Una struttura intorno alla quale non mancarono polemiche aspre, prime fra tutte quella consumata in consiglio comunale nel 2010 tra l’allora vice sindaco Cacciatore e il consigliere Vaciago. “Sono polemiche passate – ha risposto l’assessore all’urbanistica Silvio Bisotti -bisogna guardare avanti”. E allora cosa sorgerà al posto del palazzo? Dopo il totale abbattimento della struttura, ne sorgerà una con funzioni residenziali e commerciali, appartamenti, negozi e uffici.  All’interno troverà spazio anche una palestra di 250 metri quadrati a disposizione dei residenti e delle associazioni.  I lavori verranno concentrati nel periodo estivo per recare meno danno possibile in termini di viabilità. Secondo le previsioni del comune dovrebbero concludersi il 15 settembre in concomitanza con l’avvio dell’anno scolastico.