YASSINE BARADAI SI RACCONTA A DI PROFILO

Yassine Baradai, direttore del centro culturale islamico di Piacenza, è il nuovo protagonista di Di Profilo. Integrazione, diffidenza, paura, conoscenza del mondo islamico sono i temi della chiacchierata con Yassine. L’intervista è anche sulla pagina facebook Di Profilo.

COMUNITA’ MUSULMANA: “VOGLIAMO SOLO GIUSTIZIA PER ABD ELSALAM”

E’ stato accompagnato a spalla dagli amici per l’ultima preghiera. Il feretro di Abd Elsalam è arrivato al centro culturale islamico della Caorsana per l’ultimo saluto. Ad attenderlo la comunità musulmana di Piacenza, amici, colleghi della Gls che hanno voluto rendergli omaggio e offrire un abbraccio alla moglie e ai figli, distrutti dal dolore, ma composti nella loro disperazione. All’uscita il feretro ha compiuto un breve corteo funebre lungo la Caorsana per dirigersi poi verso l’aeroporto dove verrà imbarcato per il funerale in Egitto.

A TUTTO TONDO LA CHIESA DEL PRETE DEGLI ULTIMI

La sua visione di chiesa è aperta, accogliente e di aiuto a chi ha bisogno. Don Giuseppe Sbuttoni, parroco di Mortizza, è molto più che il prete pizzaiolo che anche la stampa nazionale ha messo in risalto. Quello delle pizze della domenica sera è una trovata originale per raccogliere qualche offerta. L’opera di don Sbuttoni è cominciata negli anni 80 quando era la droga a distruggere intere famiglie, oggi ci si rivolge alle nuove povertà. Oltre un centinaio le donne che don giuseppe, insieme ai parrocchiani, ha tolto dalla strada in questi anni. Donne che oggi hanno una famiglia e figli che studiano con profitto.

La figura e il ruolo della donna nella religione islamica. Una tematica fortemente attuale che emerge in ogni dibattito dove si parla di Islam, differenze, confronti tra religioni e integrazione. Abbiamo chiesto ad un giovane uomo musulmano, responsabile del centro islamico di Piacenza, come l’islam considera la donna.

Casino Mandelli è pronto ad ospitare il Tecnopolo di Piacenza. La storica villa del 700 sarà la casa della ricerca industriale avanzata piacentina. All’interno troveranno spazio RSE, il laboratorio Musp. Il cuore del complesso è il capannone da 1000 metri quadrati con un tetto fotovoltaico da 50 KW. Il tutto per un investimento importante di 8 milioni 300 mila euro che il presidente della Regione Bonaccini giustifica ai nostri microfoni.