NUOVA LAUREA IN SOSTENIBILITA’ E MANAGEMENT. DIES ACADEMICUS CON KERRY KENNEDY

E’ pronto per partire dal prossimo anno accademico il corso di laurea in sostenibilità e management della facoltà di economia. Un corso che si sviluppa in modo innovativo e originale basandosi sui tre pilastri fondamentali di una concezione moderna della sostenibilità, economico, agrario e formativo.

L’annuncio del Magnifico Rettore Franco Anelli nel Dies Academicus che ogni anno celebra l’Università Cattolica del Sacro Cuore. Un risultato frutto della proficua collaborazione, che prosegue da svariati anni, con Kerry Kennedy, presidente onorario Robert Kennedy Human Rights Italia.

AGRARIA: SALE NELLA CLASSIFICA MONDIALE DELLE UNIVERSITA’

Nella classifica mondiale della QS World University Rankings la facoltà di Agraria dell’Università Cattolica di Piacenza fa un passo avanti. Un grande risultato per una piccola facoltà frutto soprattutto nel rinnovato impegno nella ricerca e nelle costante attività di formazione dell’ateneo. Nel Dies Academicus è importante sottolineare questo passo avanti ancora di più visto il tema di quest’anno “Come l’agricoltura e l’ambiente influiscono sulla qualità degli alimenti”.

CATTOLICA VERSO NUOVI SPAZI. DALLARA: “PIU’ FIDUCIA AI GIOVANI”

Quasi 3 mila iscritti, ai cui si aggiungono 139 studenti frequentanti i master. Immatricolazioni passate da 671 dell’anno accademico 2009/10 ai 1174 dell’anno in corso. 917 i laureati nel 2017. Sono i dati dell’ università Cattolica del Sacro Cuore di Piacenza che comprende le facoltà di Scienze Agrarie, Economia, Giurisprudenza e Scienza delle Formazione, resi noti nel corso del tradizionale Dies Academicus dal rettore Franco Anelli.

DIES ACADEMICUS: MATRICOLE RADDOPPIATE NEGLI ULTIMI ANNI

Immatricolazioni cresciute, offerta formativa allargata grazie a nuovo corsio di laurea in lingua straniera; i dati dell’università Cattolica del Sacro Cuore sono in costante aumento, nonostante la non scontata scelta di proseguire gli studi universitari dopo il diploma di scuola superiore. Nel giorno del Dies Academicus, è il rettore Franco Anelli a far incontrare l’università con alla città che la ospita.

ADOZIONI, NEL 2015 A PIACENZA 17 BAMBINI ADOTTATI. A TUTTO TONDO

Anche a Piacenza le coppie che hanno deciso di intraprendere un percorso adottivo sono leggermente in calo, come il trend nazionale. Il dato interessante è l’aumento di quelle che portano a compimento l’intero percorso adottivo, che so traduce nel numero di minori che trovano una nuova famiglia. Sono passati dai 4 nel 2013 ai 17 nel 2015. dati che dimostrano una serie e attenta preparazione delle coppie che decidono di adottare un bambino, percorso certamente non facile anche da un punto di vista emotivo. 

Si è fatto paladino della battaglia contro i compiti. Maurizio Parodi, docente e dirigente scolastico è arrivato anche a Piacenza per sensibilzzare genitori e docenti rispetto al movimento Basta Compiti che ha già raccolto oltre 10 mila firme on line. I compiti creerebbero prima di tutto disparità tra chi può essere seguito e chi no provocando inutili tensione in famiglia. Non si può, è il succo del pensiero del movimento, delegare alla famiglia il ruolo degli insegnanti.

I giovani sono poco consapevoli sul tema pensioni. Forse perchè lo vedono un discorso lontano nel tempo e perchè, in tanti, un lavoro non ce l’hanno neppure o se ce l’hanno è precario. In realtà è proprio sui banchi dell’università che si costruisce il proprio futuro e anche la pianificazione finanziaria a lungo periodo è fondamentale. Parola del numero uno dell’Inps Tito Boeri, ospite del Dies Academicus dell’università Cattolica.

BOERI, INPS: “GIOVANI POCO CONSAPEVOLI SUL TEMA PENSIONI”

Parlare di pensioni a giovani che nel mondo del lavoro non sono ancora entrati potrebbe sembrare una contraddizione. In realtà non la è, perchè è proprio dai banchi di scuola, ancora più dalle università che si costruisce il proprio futuro, in particolare quello lavorativo strettamente legato a quello post lavorativo. Tito Boeri, da poco più di un anno alla guida dell’Inps, ha tenuto la lectio agli studenti della Cattolica di Piacenza nel giorno del Dies Academicus.

PAGNONCELLI: “CITTADINI VERI ATTORI DEL CAMBIAMENTO”

Sostenere che investire sulla cultura è fondamentale per far ripartire il nostro paese è praticamente una banalità, il concetto, dunque, va ampliato. Il vero problema è far prendere consapevolezza del ruolo sociale e delle responsabilità del cambiamento di questo paese. Nando Pagnoncelli, CEO IPSOS Italia, ospite del Dies Academicus dell’Università Cattolica, ha allargato il discorso al ruolo individuale dei cittadini nel processo di trasformazione. “Occorre che i cittadini prendano coscienza del ruolo che hanno; a questo proposito la formazione finalizzata ad un lavoro è riduttivo per far ripartire l’Italia, le famiglie in questo assumono un ruolo fondamentale”. A Pagnoncelli che i sondaggi li fa di mestiere ed ha un quadro della situazione ben delineata, abbiamo chiesto l’indice di gradimento degli italiani verso le politiche della scuola dell’attuale governo. “Il gradimento è sempre rischioso perchè presuppone aspettative che se disattese, portano delusioni”.