PC EXPO RIPARTE DA ZEROEMISSION, LA FIERA DELLE ENERGIE RINNOVABILI

Zeroemission, la fiera della ripartenza. È proprio così, dopo un anno di stop forzato Piacenza Expo torna ad ospitare eventi fieristici di qualità. È il caso di Zeroemission, dedicato alla produzione elettrica, all’accumulo e alla mobilità a emissione zero. Appuntamento il 23 e 24 giugno.

Oltre 100 espositori, 14 sessioni di approfondimento e più di 80 interventi organizzati in collaborazione con il politecnico di Milano, rse ricerca di sistema energetico, dimostrazioni dal vivo, anteprime e test drive.

PIACENZA EXPO RIPARTE DA COLORE’ DAL 27

Piacenza e la sua fiera sono pronte a ripartire con slancio dopo mesi di manifestazioni azzerate causa Covid. Dal 27 al 29 maggio 2021 è in programma Colorè la fiera del colore, delle finiture e dell’edilizia leggera che si abbinerà a 110 Expo, fiera collaterale relativa ai lavori, ai progetti e agli interventi di efficientamento energetico e antisismico legati al Superbonus del 110%.

LA REGIONE INVESTE SU PIACENZA EXPO. ECCO IL NUOVO ASSETTO SOCIETARIO

E’ stato presentato il nuovo assetto societario di Piacenza Expo; a comunicarlo il presidente riconfermato Giuseppe Cavalli affiancato dal sindaco Patrizia Barbieri e dall’assessore regionale allo Sviluppo Economico Vincenzo Colla.

La regione Emilia Romagna, non solo non uscirà dalla compagine sociale, come era stato deciso nel 2018, ma aumenterà la propria consistenza azionaria che dovrebbe salire dall’attuale 1% ad una quota compresa tra il 4 e il 5%.

“Grazie all’apporto della Regione – ha detto cavalli – possiamo guardare al futuro con rinnovato ottimismo e concretizzare il nuovo piano industriale, che servirà a potenziare le nostre strutture espositive e a consolidare ulteriormente la posizione di Piacenza Expo, e quella di tutti i suoi Soci, nel mercato fieristico italiano”.

“ARMI&BAGAGLI” LA PRIMA FIERA DOPO IL LOCKDOWN A PIACENZA EXPO CHE PENSA AI PROSSIMI APPUNTAMENTI

Circa 200 espositori e 3500 visitatori  hanno riaperto l’attività fieristica di Piacenza Expo dopo cinque mesi di chiusura forzata dovuta all’emergenza Coronavirus. La sedicesima edizione di Armi&Bagagli non si è segnalata soltanto per i positivi riscontri numerici ma anche per essere stato il primo evento fieristico andato in scena in Emilia Romagna nell’immediato post-Covid.

Allestita nel pieno rispetto delle vigenti normative sul distanziamento sociale, previste dalle rigide disposizioni regionali e nazionali, Armi&Bagagli ha preso vita grazie alla presenza di circa 200 espositori provenienti non solo da tutta Italia, ma anche da diversi Paesi europei che hanno animato gli ampi spazi del Padiglione 1 dove hanno trovato posto anche gli stand di “Expo Arc”, fiera dedicata al mondo dell’arco in tutte le sue espressioni e declinazioni sportiva, culturale, artigianale, didattica, storica e venatoria, e “Coltelli”, mostra mercato relativa all’arte della coltelleria di pregio. Il Padiglione 3, invece, è stato interamente dedicato a “Piacenza Militaria”, storica mostra mercato di collezionismo militare che da sempre si configura come uno dei principali eventi collaterali di “Armi&Bagagli”.

Piacenza Expo pensa già al prossimo futuro.
“Per noi – sottolineano l’Amministratore Unico del quartiere fieristico Giuseppe Cavalli e il Direttore Sergio Copelli – si è trattato di un vero e proprio banco di prova, di una ripresa di contatto con la realtà fieristica che mancava dallo scorso febbraio. Il riscontro è stato positivo, nonostante le innegabili difficoltà logistiche e organizzative, e questo ci permette di essere ottimisti in vista delle sei fiere che Piacenza Expo organizzerà e ospiterà tra settembre e dicembre. Fiere apprezzate e collaudate, come il Mercato dei vini dei vignaioli indipendenti, le Giornate italiane del calcestruzzo, Teleradio o Motobike, ma anche una novità assoluta come Pipeline & Gas Expo, dedicata al settore delle reti distributive. Continueremo a monitorare anche l’evolversi della situazione dal punto di vista sanitario, adottando per la nostra struttura tutte le cautele e le procedure necessarie imposte dalle normative regionali e nazionali, in un costante lavoro di raccordo con l’Aefi, l’Associazione nazionale delle fiere italiane. Per continuare a garantire eventi, ma sempre nella massima sicurezza”.

4 LUGLIO SENZA FIERA

Sarà un 4 luglio senza fiera: la decisione, dopo varie settimane di indecisione, è arrivata al termine della riunione con il Comitato provinciale per l’Ordine e la Sicurezza alla presenza del sindaco Barbieri e delle autorità cittadine.

All’ordine del giorno l’esame delle condizioni di sicurezza e della gestione
dell’evento tradizionale della Fiera di S. Antonino, nell’ambito delle diverse
manifestazioni organizzate in occasione della festa patronale del 4 luglio prossimo.

Il progetto di fattibilità dell’evento è stato vagliato con particolare attenzione – si legge nella nota della prefettura –  alla luce delle limitazioni imposte dall’attuale emergenza da Coronavirus e, di conseguenza, della sostenibilità logistica e di sicurezza della manifestazione. Ciò anche in considerazione del generale divieto esistente per tali categorie di eventi sino al 14 luglio
prossimo, salvo eccezioni da motivare con adeguate misure preventive, nonché per la concomitanza di altre manifestazioni di varia natura previste in città per i festeggiamenti del giorno del Patrono.

Al termine dell’approfondita riflessione comune, i presenti hanno concordemente preso atto che, allo stato, non sussistono le condizioni di sicurezza e d’incolumità necessarie al normale svolgimento della Fiera di S. Antonino.

 

SEMPRE PIU’ ESPOSITORI AL GIS 2019

Saranno 426, una settantina in più rispetto al 2017, gli espositori per la nuova edizione di GIS , le giornate italiane del sollevamento a Piacenza Expo dal 3 al 5 ottobre. 35 mila metri quadrati di area espositiva, la più grande vetrina in Europa per un comparto strategico e funzionale alla competitività dell’italia, Gis è l’unica manifestazione con queste caratteristiche sul territorio nazionale. Gru mobili, sollevatori telescopici, piattaforme aree, carrelli elevatori, rimorchi, tutto questo sarà presente al Gis, che rappresenta per gli operatori del settori un momenti di confronto ed incontro tra i più attesi. 

SI ALZA IL SIPARIO SU COLORE 2019

Taglio del nastro per Colorè l’evento organizzato da Piacenza Expo che, fino al 21 settembre, porterà in città professionisti del mondo di tutta la filiera dell’edilizia leggera.

Un centinaio di espositori provenienti dall’Italia e non solo, 150 brand registrati, all’interno di Colorè troveranno tutte le novità nel settore dei materiali, della bioedilizia, risparmio energetico e isolamento termico.

Madrina d’eccezione dell’inaugurazione Irene Pivetti, con la sua piattaforma Only Italia, un vero e proprio supporto per gli imprenditori del made in Italy sul mercato cinese.

[/videojs]

COLORè 2019: ECCO LA TRE GIORNI A PIACENZA EXPO

Ecologia, eccellenza, esperienza, esperienza ed edilizia. Tutto questo sarà Colorè 2019, la fiera dedicata al mondo dell’edilizia leggera e delle finiture edili, in programma a Piacenza Expo dal 19 al 21 settembre.

Un centinaio di espositori provenienti non solo dall’Italia, ma anche da oltre confine, 150 brand, cinque associazioni professionali di categoria, trenta sessioni tematiche tra convegni, work shop e demo live che occuperanno gli oltre dieci mila metri quadrati di area espositiva.

Sono i numeri, alla partenza, di Colorè 2019

APIMELL, SEMINAT, BUON VIVERE PARTENZA CON IL BOTTO

Tutto esaurito: Apimell Seminat e Buon Vivere si sono riconfermate, ancora una volta, uno degli eventi top organizzati da Piacenza Expo. La fiera di primavera che ha saputo negli anni conquistarsi fiducia e credibilità sia tra gli addetti ai lavori che tra i visitatori. Oggi il taglio del nastro