GIANNI AZZALI: “PIACENZA E’ UNA CITTA’ SONNOLENTA DAL PUNTO DI VISTA CULTURALE”

Da 16 anni crea il cartellone del Piacenza Jazz Fest: Gianni Azzali, musicista e insegnante, porta ogni anno in città grandi artisti di fama internazionale. In parallelo anche quest’anno torna L’altro Festival dove la musica sarà la protagonista diffondendosi in tutta la città: tornano le incursioni di jazz, jazz bus, jazz brunch e la novità colazione di jazz.

Tante idee, tanta passione che, a volte, si scontrano con una realtà che non recepisce fino in fondo; per questo è nato il coordinamento delle associazioni, una sorta di unione dal basso per contare di più che chiederà all’amministrazione di riportare gli Stato Generali della Cultura.

AZZALI: “SENSIBILITA’ E LUNGIMIRANZA PER UNA CULTURA VERA”

La polemica è passata, o quasi. Il botta risposta mezzo stampa tra Gianni Azzali e l’assessore alla cultura Massimo Polledri apre ad una doverosa riflessione sul tema cultura, ancora di più oggi che Piacenza era ad un passo da diventare capitale italiana. Investire sulla cultura significa anche scommettere sui piccoli passi, costruire un cammino lungo, che poco alla volta può portare risultati sperati.