CONFINDUSTRIA: L’OCCUPAZIONE CRESCE ANCORA

E’ certamente il dato dell’occupazione il segnale più positivo che salta all’occhio nell’indagine congiunturale di Confindustria Piacenza relativa al primo semestre 2019 che ha coinvolto un centinaio di aziende per un fatturato complessivo di 3 miliardi di euro e 9 mila addetti. +1,70%, il dato molto positivo, in linea con i dati nazionali,, il settimo semestre consecutivo in crescita. Un segnale molto positivo che testimonia il successo della politica di Confindustria verso la formazione dei più giovani; proseguiranno anche per il prossimo anno scolastico la collaborazione con l’Isii Marconi oltre che con l’Ispia di Piacenza e di Fiorenzuola

CONFINDUSTRIA: MERCATO INTERNO ANCORA TROPPO DEBOLE

Nonostante in poche settimane abbiamo assistito alla chiusura della Sandvik e al fallimento della Rdb Terrecotte, qualche dato incoraggiante emerge dall’indagine congiunturale elaborata da Confindustria riferita al primo semestre del 2014 su un campione di aziende per un  totale di 9 mila addetti e un fatturato di 3 miliardi di euro. Dopo due rilevazioni negative consecutive nel 2013, il manifatturiero ha registrato un +2.48%. Un risultato frutto, da una parte, del mercato interno fermo che non va oltre lo 0.33% e, dall’altra, dell’export che tiene e arriva al 5.65%. La sfida sta proprio qui, nel rendere più solido il mercato interno perchè solo così un’azienda ha la forza di guardare all’estero. Bene il settore alimentare con un fatturato del 7.42% , segno che probabilmente le aziende piacentine stanno puntando ad Expo 2015 . Sta lentamente rialzando la testa anche il settore dei materiali edili con + 9.52%.

import export