JAVIER ZANETTI, IL CAPITANO IN CATTEDRA ALLA CATTOLICA

Dal campo di calcio all’aula universitaria, un salto neanche troppo impossibile per Javier Zanetti, il capitano, per molti, l’unico indiscusso leader dell’Inter. Proprio di leader e di come fare squadra aiuti a diventarlo, Zanetti ha parlato agli studenti della Cattolica e con i giovani imprenditori di Confindustria che hanno organizzato l’incontro insieme alla società del Piacenza Calcio. Arrivato in Cattolica è stato assalito dai fans, tra selfie e foto ricordo con alcune neo laureate, a cui non si mai sottratto. Numero uno dell’Inter, prima come giocatore arrivato dall’Argentina, poi come capitano, infine come vice presidente ruolo che riveste tutt’ora. I giovani che lo hanno accolto come in uno stadio, lo hanno ascoltato rapiti dalla semplicità delle sue parole. Tutto parte dai valori ricevuti in famiglia, dall’educazione e a rispetto per il lavoro, per Zanetti la figura del padre è stata fondamentale. Riflessioni serie, alternate a domande giocose, come la cura maniacale per i capelli, o la canzone preferita, così come la giornata tipo di un campione che oggi è anche fortemente impegnato nel sociale.