MESSA APERTA ALLA CITTA’ ALLA CASA DI IRIS

La Casa di Iris apre le porte alla città in occasione del Natale. Sabato 14 dicembre alle 16 si terrà la messa di Natale 2019 a cui sono invitati tutti i piacentini. La Casa di Iris è entrata nel cuore dei piacentini da anni per il suo servizio prezioso che ogni giorno svolge con estrema professionalità. La messa di Natale è un modo per partecipare e sostenere le attività della struttura di via Bubba. 

 

IRIS, IL FIORE DI NATALE: LA CENA BENEFICA A PIACENZA EXPO

La galleria di Piacenza Expo per una sera diventerà un luogo familiare e conviviale per ospitare Iris, il fiore di natale la cena benefica a favore dell’Hospice La Casa di Iris. Appuntamento mercoledì 18 dicembre alle 20,30. L’obiettivo è raccogliere fondi da destinare alla struttura di via Bubba. Un grande sforzo organizzativo per Piacenza Expo che richiede l’aiuto di tutti. La prenotazione dovrà essere effettuata entro il 13 dicembre inviando una mail a commerciale3@piacenzaexpo.it corredata dalla contabile del bonifico. Per le coordinate bancarie è possibile chiamare il numero 0523 602711

LA CORONA DEL RE PER LA CASA DI IRIS

Pasta con lievito naturale, burro, gocce di cioccolato e una sola albicocca; chi la troverà avrà fortuna per una anno intero. È l’iniziativa di Natale pensata dai volontari della fondazione La Casa di Iris e realizzata dal panificio Groppi di Piacenza, per sostenere la preziosa attività dell’hospice. Per mantenere efficiente il livello del servizio occorrono 320 mila euro all’anno per la struttura che in otto anni ha accolto già oltre 2 mila persone. 500 pezzi saranno disponibili presso la struttura di via Bubba, oppure prenotando sul sito www.hospicepiacenza.it

BOSCO, CURE PALLIATIVE: “CERCHIAMO DI DONARE TEMPO AL TEMPO”

E’ Monica Bosco la protagonista della puntata di Di Profilo, anestesista dell’equipe delle cure palliative che presta la propria consulenza anche all’interno dell’Hospice di Piacenza La Casa di Iris. “Cerchiamo di donare tempo al tempo, tempo tolto alla sofferenza e portato alla condivisione”. Una testimonianza piena di umanità, che mostra come il legame tra medico, paziente, familiare sia forte e vero. Una testimonianza di come l’hospice non sia solo luogo di sofferenza ma anche speranza e vita.

ALLA CASA DI IRIS IL VALORE SONO LE PERSONE. A TUTTO TONDO

Il nostro viaggio all’interno dell’hospice La Casa di Iris inizia dalle persone, perchè sono proprio loro che vivono la struttura. Una struttura, certo, in cui si curano patologie gravi, ma non significa necessariamente che il ricovero sia definitivo. Sono le persone, i pazienti e le loro famiglie che fanno e vivono questo luogo. Che all’esterno è troppo spesso visto come l’ultima spiaggia ma che in realtà non dovrebbe essere così. Cure palliative è forse un termine riduttivo per come lo intendiamo oggi; realmente significa prendersi cura del paziente e della famiglia in tutta la sua interezza dalla sfera emotiva fino a quella spirituale senza ovviamente tralasciare la parte medica. La sfida del futuro, che speriamo sia prossimo, è quella di rendere le cure palliative precoci, cioè fin dalla comparse delle prima sintomatologie. Partiamo dal racconto di Sofia, una mamma che ha perso il figlio di 17 anni.