ESTATE FARNESE, SI PARTE IL 15 GIUGNO. TRA GLI OSPITI PATTY PRAVO

Estate Fanese, seconda edizione, è pronta per ripartire. Dal 15 giugno al 19 settembre, due mesi di eventi per oltre un centinaio di spettacoli tra concerti, danza, prosa, lirica, teatro e cinema. Si parte la sera del 15, alle 21.30, con “Peter Pan Musical” a cura dell’associazione culturale bolognese Fantateatro, uno spettacolo organizzato e promosso da Avis Piacenza in occasione della Giornata mondiale del Donatore: “Un musical rivolto a grandi e piccoli – ha spiegato Giovanni Villa, vicario provinciale dell’Avis – e ha lo scopo di ringraziare il grande esercito di donatori che negli anni bui del Covid non hanno mai smesso la loro attività”.

Si proseguirà con Patty Pravo il 22 giugno, un’intramontabile del pop italiano. Un concerto di brani straordinari e mai dimenticati che hanno accompagnato più generazioni. Sempre nel mese di giugno, il 25 andrà in scena “Michael Jackson Live Tribute Show”, con protagonista Sergio Cortes, uno degli impersonatori più popolari della rockstar scomparsa prematuramente nel 2009.

Novecento posti a sedere con possibilità di prenotazione attraverso TicketOne o di acquistare direttamente i biglietti prima degli spettacoli alla biglietteria di Palazzo Farnese dal martedì al sabato dalle 10 alle 13 e la sera stessa degli spettacoli. Due ingressi, rispettivamente in piazza Cittadella e in largo Brigata Piacenza. Per informazioni consultare il sito www.estatefarnese.com oppure scrivere a info@estatefarnese.com e telefonare al 331.3821441.

SOGNO 3.0: TRE SERE, TRE CAST DIVERSI IN CAPPELLA DUCALE

Tre sere, tre cast diversi. Sogno 3.0 è il nuovo spettacolo di ChezActors liberamente tratto del Sogno di una notte di mezza estate di Shakespeare. Un progetto che fa parte di una trilogia di laboratori creati per rendere i classici del teatro appetibili ad un pubblico vasto.

Sogno 3.0 è nato con l’intento di essere un laboratorio che vuole creare tre cast di differenti attori che si alterneranno durante le tre serate: 29/30/31 marzo alle 21 alla Cappella Ducale di Palazzo Farnese.

DAI MUSEI CAPITOLINI A PIACENZA: PER NATALE IL CAPOLAVORO DI RUBENS

Dai Musei Capitolini è in arrivo un capolavoro di Rubens proprio a Piacenza: si tratta della mostra “Rubens la Lupa e il Barocco – Un capolavoro dei Musei Capitolini a Piacenza”, che dal prossimo fine settimana vedrà esposto, nella cornice degli Appartamenti Stuccati di Palazzo Farnese, un capolavoro del grande artista fiammingo del 600, in prestito dai Musei
Capitolini di Roma.

“È frutto di un’importante collaborazione – sottolinea l’assessore alla Cultura Jonathan Papamarenghi– che ha visto al centro stretti rapporti tra la Galleria Ricci Oddi ed i Musei Capitolini, la città di Piacenza e Roma Culture; rapporti aperti in occasione della grande mostra su due sedi dedicata a Gustav Klimt, che approderà a Piacenza in versione nuova e complementare rispetto a quella romana dal 5 aprile 2022, e che si arricchiscono con questo prestigioso prestito.

L’ingresso, gratuito negli orari di apertura dei Musei Civici di Piacenza, sarà
possibile da sabato 18 dicembre godendo di un percorso dedicato, con
l’accompagnamento di guide esperte, che porterà fino al dipinto di uno dei più grandi maestri del Barocco, Peter Paul Rubens, raffigurante una meravigliosa Lupa che allatta Romolo e Remo. Il dipinto, imponente olio su tela, sarà affiancato da approfondimenti dedicati all”iconografia della Lupa capitolina
nell’arte, al Barocco di cui Peter Paul Rubens è indiscusso e riconosciuto maestro e non mancheranno numerosi collegamenti con le opere dedicati alle vicende di Papa Paolo III Farnese.

ECCO IL FARNESE COME NON L’AVETE MAI VISTO

Un percorso sensoriale da togliere il fiato, nel vero senso della parola, sia per i 215 gradini da affrontare, per la verità fattibili ai più, sia per le meraviglie che si presentano agli occhi. Farnese segreto è questo: scorci, angoli, soffitti, dipinti del tutto inediti, stanze riscoperte un po’ per caso e riportate alla luce nel modo migliore possibile.

Il palazzo è percorso verticalmente: 40 metri precisi di altezza, grazie alla scala a chiocciola i cui affacci fanno godere di uno skyline davvero suggestivo sulla parte nord della città. Partendo dai sotterranei dove si trova il museo delle carrozze si sale fino all’archivio di Stato, da lì si intraprenderà un percorso in discesa che comprende inizialmente la Cappella Ducale, visibile dalla cantoria di destra  e proseguirà nella Pinacoteca, nel cosiddetto “Appartamento Dorato” con le sue mirabili volte affrescate.

Il percorso sarà visitabile dal 25 settembre al 5 dicembre. Consigliabile la prenotazione.

VIAGGIO NELLA STORIA ALLA SCOPERTA DEL FARNESE SEGRETO

Ci sono luoghi che danno emozioni, anche solo ad ammirarli. Uno di questi è Palazzo Farnese, portentoso ed elegante ma per certi aspetti impenetrabile. Sarà svelato nei suoi antri più nascosti tra poche settimane, grazie al percorso Farnese Segreto organizzato dall’assessorato alla cultura del comune di piacenza. Per la prima volta si potrà godere della bellezza degli interni del palazzo dai sotterranei al sottotetto in un’esperienza immersiva e coinvolgente. Ecco una piccola anteprima.

#ESTARTEFARNESE, GRAN FINALE IN DANZA

Gran finale all’insegna della danza per la rassegna #EstateFarnrese che dal mese di giugno ha contributo a rendere viva ed attrattiva la proposta culturale piacentina nella prestigiosa cornice di Palazzo Farnese.

Ripartire ballando” è il titolo dell’evento in cartellone lunedì 13 settembre, con
inizio alle 21, una serata nel segno della voglia di rimettere in movimento tutto il settore della danza piacentina. Vi prenderanno parte infatti otto scuole di danza di Piacenza e provincia: “La Stanza di Danza”, “Petit Pas”, “Alive Dance Studio”, “Hip Hop Shock”, “Dance Art Academy”, “Il Palcoscenico”, “Tersicore” e “Step by Step”. “La lunga inattività delle scuole di danza a causa del Covid – spiegano gli organizzatori – rende questo momento di incontro ancor più speciale e ogni scuola porterà in scena una o più coreografie di stili tra loro differenti ma che più le contraddistingue, tutte animate da una grande voglia di riprendere a lavorare sempre più energia: classico, moderno, contemporaneo, neo classico, hip hop, break dance, video dance, urban contemporary, streetdance”.

Martedì 14 settembre, sempre alle 21, la magnifica cornice di Palazzo Farnese che in questi mesi ha visto avvicendarsi più di cento eventi, chiude la propria estate con il Piacenza Art Ballet, il centro danza nato nel 2017 e l’Étoile Ballet Theatre, compagnia di balletto professionale internazionale fondata nel settembre del 2020. La serata proporrà alcuni estratti delle creazioni più famose dei direttori artistici e primi ballerini internazionali Ines Albertini e Walter Angelini, che dopo dodici anni di successi negli Stati Uniti tornano a calcare le scene italiane.

Per l’acquisto del ticket di ingresso, per entrambi gli spettacoli, occorre rivolgersi alla biglietteria di Teatro Gioco Vita, aperta dal mercoledì al sabato, dalle 10 alle 13 in via San Siro 9 (tel. 0523-315578, email biglietteria@teatrogiocovita.it), oppure online tramite il circuito Vivaticket nonché, la sera stessa dello show, a Palazzo Farnese a partire dalle due ore precedenti l’inizio dell’evento.

ESTATEFARNESE: PROSEGUE TRA COMICITA’ E BEL CANTO

Nonostante sia agli sgoccioli la qualità di Estate Farnese non delude, anzi è resta garanzia di qualità. Così come sarà per gli eventi in programma la prossima settimana nel cortile della mole vignolesca. Aperta, lunedì 30, dal Grand Tour che vedrà tra i protagonisti anche Morgan nei panni di Lord Byron, proseguirà con la comicità di Debora Villa e poi all’insegna del bel canto, tra l’esibizione dei vincitori 2020 del concorso dedicato a San Colombano e l’omaggio alla voce immortale di Enrico Caruso.

ESTATEFARNESE: IL 22 ARRIVA “A NUDO IL RE”. PAPAMARENGHI: “BILANCIO ENTUSIASMANTE”

“A nudo il Re” è lo spettacolo cha salirà sul palco di Estate Farnese domenica 22 agosto alle 21. Uno spettacolo intrigante e tutto da scoprire con la regia di Guido Lavelli di Cantiere Simone Weil, che ha il pregio di avere tra i promotori diverse compagnie teatrali piacentine, ognuna con una parte nello spettacolo, Tra queste Gruppo Teatrale Quarta Parete, TEV Laboratorio, Gruppo Teatrale Il Filo di Arianna.

“E’ un bilancio entusiasmante quello che si può tracciare ad un mese dalla fine della rassegna – ha detto senza esitazione l’assessore Papamarenghi – non solo in termini di numeri, 18mila spettatori, ma anche per la risposta degli artisti e delle compagnie teatrali che sono salite sul palco del Farnese”.

LA MUSICA DI NEW ORLEANS A PALAZZO FARNESE

Un “fuori programma” questa sera accenderà con “La musica di New Orleans” il palco di Estate Farnese, in un intreccio carico di suggestioni tra letteratura e sonorità a stelle e strisce.

Alle 21, lo scrittore e musicista Seba Pezzani presenterà – in dialogo con la giornalista e guida letteraria Marta Ciccolari Micaldi (La McMusa) – il suo libro “Usa e getta. Viaggio nell’America che non c’è” (Nuova Editrice Berti). Dalle 21.30, ad animare il cortile di Palazzo Farnese sarà il duo formato da Alessandra Cecala (contrabbasso) e Mauro Ferrarese (chitarre e voce), il cui repertorio ispirato al blues rurale nato tra gli anni ’20 e ’40, al Delta e Texas blues e al ragtime, introdurrà il concerto di “Max Lazzarin Music & the Great Magicians” in scaletta alle 22.30. In scena l’estro del talentuoso pianista e vocalist che interpreta, con la sua band, il meglio del blues e della tradizione americana.

LA TOSCA INCANTA IL PUBBLICO DI ESTATE FARNESE

La Tosca arriva nel cortile di Palazzo Farnese e incanta il pubblico. La cornice incantevole in cui si svolta l’opera, la bravura degli attori, la suggestione creata dalle luci e dalle proiezioni digitali che ha valorizzato il Palazzo, hanno creato un’atmosfera unica che il pubblico entusiasta ha decisamente apprezzato. Domenica 1 agosto andrà in scena la replica, stesso luogo, stessa ora.

Una menzione particolare per gli attori: Chiara Isotton soprano, Francesco Meli, Lucia Salsi, Matti Denti, Valentino Salvini, Andrea Galli, Francesco Cascione, Simone Tansini, Elettra Secondi. L’orchestra Filarmonica Italiana è stata diretta dal maestro Sesto Quatrini, Messa in scena di Giorgia Guerra, visual art di Imaginarium Creative Studio. Il Coro Teatro Municipale di Piacenza è preparato da Corrado Casati e le Voci bianche del Coro Farnesiano di Piacenza da Mario Pigazzini.