UN DECESSO E 11 NUOVI CASI A PIACENZA

Un decesso e 11 nuovi casi che portano ad un totale di 4447 i positivi nel territorio piacentino.

+6.162 tamponi fatti (in tutto 274.362). Ancora in calo i casi in isolamento a casa (-185), i ricoveri nei reparti Covid (-44) e nelle terapie intensive (-3). Undici nuovi decessi: 4 uomini e 7 donne.

Dall’inizio dell’epidemia da Coronavirus, in Emilia-Romagna si sono registrati 27.364 casi di positività, 50 in più rispetto a ieri. Le nuove guarigioni oggi sono 271 (18.258 in totale), mentre continuano a calare i casi attivi, e cioè il numero di malati effettivi che a oggi sono scesi a 5.098 (-232).

Le persone in isolamento a casa, cioè quelle con sintomi lievi, che non richiedono cure ospedaliere, o risultano prive di sintomi, sono complessivamente 4.376, – 185 rispetto a ieri.I pazienti in terapia intensiva sono 96 (-3). Diminuiscono anche quelli ricoverati negli altri reparti Covid (-44).

Le persone complessivamente guarite salgono quindi a 18.258 (+271): 1.640 “clinicamente guarite”, divenute cioè asintomatiche dopo aver presentato manifestazioni cliniche associate all’infezione, e 16.618 quelle dichiarate guarite a tutti gli effetti perché risultate negative in due test consecutivi.

A PIACENZA CALANO I DECESSI (5), MA RESTANO ALTE LE POSITIVITA’ 69. BOOM DI GUARIGIONI IN REGIONE

Cinque decessi e 69 nuovi contagi: cala il numero delle vittime ma resta ancora alto quello delle nuove positività, risultato del forte aumento dei tamponi che l’asl piacentina sta attuando soprattutto nella CRA e nella case. “Confermo – ha detto il commissario Venturi – che si tratta dell’ultima fase della malattia, gli accessi al pronto soccorso sono in forte calo”.

Il dato più positivo della giornata è certamente il dato delle guarigioni: 2519 un numero molto alto che va considerato come cumulativo dell’ultima settimana di rilevazione. Un dato che porta le guarigioni totali a 12322 distaccandosi così dai casi attivi in totale 9563, 2299 in meno di ieri.

I pazienti in isolamento a casa sono 6402, i pazienti in terapia intensiva sono 20 in meno di ieri, 381 in meno quelli nei reparti Covid.

I decessi in totale sono 39: 21 uomini e 18 donne. I tamponi effettuati oggi sono 2000 in più di ieri. “Contiamo di arrivare a 10 mila tamponi al giorno entro il 18 maggio” ha concluso il commissario Venturi.

NOVE DECESSI, 25 NUOVI CASI A PIACENZA. LIBERATI UN CENTINAIO DI LETTI IN TERAPIA INTENSIVA IN UNA SETTIMANA

Ancora 9 decessi e 25 nuovi contagi a Piacenza. 22.184 i casi positivi in Emilia-Romagna, 350 in più rispetto a ieri. I casi lievi in isolamento a domicilio sono 9.166, continuano a calare i ricoveri. I tamponi effettuati sono 4.394 in più rispetto a ieri. 289 nuove guarigioni (5.635 in totale). Scende ancora il numero dei pazienti nelle terapie intensive (-13) e negli altri reparti Covid (-96). I decessi totali sono 62.

Sono un centinaio i letti di terapia intensiva che si sono liberati in una settimana, per questo il commissario all’emergenza Venturi ha sottolineato come negli ospedali si stia tornando gradualmente alla normalità con la riprese delle attività mediche “Covid – free”. Resteranno anche al termine della fase emergenziale i reparti Covid e i Covid Hospital.

“Con la regione – ha specifica Venturi – stiamo lavorando alla Fase 2 su tre fronti basandoci sulle tre “T”: tracciabilità, test e trattamento. Stiamo mettendo a punto sistemi per cui le persone ammalate possono essere tracciate; i test con tampone saranno effettuate sulle persone a contatto con i positivi che avranno un kit di trattamento con cui essere curati”.

CORONAVIRUS: 24 DECESSI A PIACENZA, PROSEGUE IL BOLLETTINO DI GUERRA. VENTURI “TRA UNA SETTIMANA VEDREMO LA LUCE”

Ventiquattro decessi in una sola giornata a Piacenza, un dato pesantissimo che va a chiudere un’altra giornata drammatica per la nostra città. In regione sono stati 44 quelli registrati di cui, appunto, 24 nella sola Piacenza. Aumenta anche il numero dei pazienti positivi: 143 in più rispetto a ieri che portano a 853 il numero totale per Piacenza. Il commissario ad acta Venturi ha motivato quest’aumento legandolo all’arrivo di diversi test eseguiti nei giorni scorsi, in più l’Asl di Piacenza è divenuta autonoma nella refertazione dei tamponi. “Questo dato – ha detto Venturi – comprende anche diversi arretrati, e quindi non deve spaventare”.

Le guarigioni sono 54, un dato incoraggiante che dovrebbe aumentare nei prossimi giorni “quella che ci aspetta sarà una settimana molto difficile nella consapevolezza che poi ci sarà una bella luce in fondo al tunnel” ha detto Venturi “sono fiducioso, tenendo duro nei prossimi giorni dovremmo vedere dei decrementi”.

In totale in regione o casi positivi sono 2644, 38 in più rispetto a ieri, di questi 1100 sono pazienti con sintomi lievi al proprio domicilio.

Un altro indicatore incoraggiante sono le chiamate al 118; “non sono aumentate le chiamate per i sintomi legate a questa infezione” ha specificato Venturi