“PUNTIAMO SUL GAS NATURALE”. IL VICEMINISTRO BELLANOVA A GEOFLUID 2016

C’era anche una rappresentanza del governo al taglio del nastro della 21esima edizione di Geofluid dal 5 all’8 ottobre a Piacenza Expo per la mostra internazionale delle tecnologie e delle attrezzature per la ricerca e l’estrazione. A testimonianza dell’importanza dell’evento hanno partecipato il Viceminsitro allo Sviluppo Economico Teresa Bellanova e il Sottosegretario all’Economia Paola De Micheli. “Dobbiamo puntare a recuperare quote di produzione e di mercato – ha detto la viceministro Bellanova – questa fiera per noi è molto importante perché vediamo che qui ci si misura con le innovazioni in un settore che può dare un grande contributo alla decarbonizzazione del paese.Siamo consapevoli che le energie alternative sono fondamentali, se vogliamo superare la dipendenza dal carbone dobbiamo avere un prodotto di transizione è questo è il gas”. 265 espositori diretti, 337 brand totali presenti, 12 piacentini. 35 tra mostre e convegni. Sono i numeri dell’edizione 2016 di Geofluid, la mostra da sempre fiore all’occhiello di Piacenza Expo che punta non solo all’Oil&Gas ma anche all’eccellenza di settori collaterali che stanno tenendo bene sui mercati internazionali. “La forza di questa edizione – ha detto il presidente di Piacenza Expo Angelo Manfredini – è che abbiamo diversificato le aree espositive compensando il lieve calo della presenza italiana con espositori e visitatori dall’estero”.

[/video

LA PIZZA DA GUINNESS, PIACENZA E L’EXPO

Anche il record della pizza più lunga del mondo è stato archiviato. 1 chilometro e 595 metri stabiliti ad Expo 2015 sabato 20 giugno nell’ambito della Settimana Mondiale del Pomodoro. Il diploma che il giudice del Guinness Lorenzo Veltri ha consegnato nella mani dei nuovi detentori verrà affisso a Piacenza, alla Faggiola di Podenzano, lì da dove la proposta era stata lanciata pochi mesi fa e dive si è costituito il tavolo di lavoro per la settimana del pomodoro. Certo l’eco che ha avuto l’iniziativa è stata mondiale, la Pizza del Guinness ha fatto davvero il giro del mondo, ne ha parlato tutta la stampa internazionale. “Quando abbiamo pensato di battere – afferma la presidente della Settimana Mondiale del Pomodoro a Expo, il Sottosegretario Paola De Micheli – il Guinness della pizza più lunga del mondo e di riportarlo in Italia, cercavamo una grande impresa per promuovere in tutto il mondo il nostro paese e le sue eccellenze alimentari, attraverso il piatto più conosciuto e diffuso”. Ora che l’impresa è riuscita arriva la parte più difficile, raccoglierne i frutti. In questa sfida c’è anche il nome di Piacenza: perchè l’idea della Settimana Mondiale del Pomodoro è arrivata dal nostro territorio, si è costituita alla Faggiola di Gariga, e perchè l’azienda che si è impegnata nella pizza da guinness è la piacentina Pizza +1. Ci auguriamo allora che anche Piacenza viva di luce riflessa di quest’impresa, non a spot e solo per il tempo di Expo.

pizza guinness

AD EXPO AL VIA LA SETTIMANA DEDICATA AL POMODORO

Sette giorni di i iniziative, eventi, incontri culturali e gastronomici incentrati sul pomodoro. Inizia oggi all’Exo la settimana dedicata all’oro rosso che culminerà sabato 20 con la creazione della pizza da record: un chilometro e mezzo di lunghezza, per per oltre 30 tranci, 5 tonnellate di peso, cotta grazie a 5 forni mobili su una gigantesca teglia collocata sul Decumano di Expo. “L’obiettivo è quello di promuovere il pomodoro – ha detto il Sottosegretario Paola De Micheli, presidente dell’associazione “Settimana Mondiale del Pomodoro” – nei confronti dei consumatori e dei visitatori di Expo, ma non solo. Gli eventi sono stati promossi dall’associazione composta dai distretti italiani del pomodoro che raccolgono produttori e trasformatori, di cui fanno parte tutti i pezzi della filiera produttiva. In calendario nel corso della Settimana Mondiale del Pomodoro ci sono esposizioni, convegni e workshop, ma anche percorsi degustativi ed eventi spettacolari rivolti al grande pubblico, in cui il tema del pomodoro sarà trattato sotto ogni aspetto: ecologico, agricolo, industriale, commerciale, ma anche nutrizionale, salutistico, gastronomico e ludico-culturale. La prima parte della settimana sarà riservata prevalentemente agli operatori del settore della produzione e della trasformazione, con conferenze in cui verranno affrontati tutti gli aspetti colturali, industriali ed anche socio-economici della filiera del pomodoro da industria, evidenziandone l’elevata sostenibilità generale, la storia e le innovazioni tecnologiche disponibili, ed infine, le strategie commerciali. L’intento è quello di arricchire il dibattito di spunti di riflessione interessanti per la diffusione della qualità organizzativa e produttiva della filiera del pomodoro “Made in Italy” nel mondo. La seconda parte della settimana sarà dedicata ad iniziative culturali e gastronomiche di maggiore impatto per il grande pubblico dei consumatori, con la realizzazione di eventi enogastronomici: chef di fama internazionale presenteranno piatti a base di pomodoro in un contesto di italianità ma anche di necessaria globalizzazione dei consumi.

pomodoro raccolta

POMODORO: IL MINISTRO MARTINA LANCIA LA SETTIMA MONDIALE DELL’ORO ROSSO

L’Expo di Milano punta su Piacenza e lo fa attraverso la settimana mondiale del pomodoro. Ritardi nella costruzione dei padiglioni a parte, bandi per il camouflage a parte, Piacenza è riuscita ad entrare all’esposizione universale con il suo oro rosso e grazie all’impegno degli operatori economici locali che stanno lavorando a questo progetto da mesi. La settimana del pomodoro comincerà la terza di giugno, settimana nella quale tradizionalmente prende il via la campagna di raccolta. Sarà una vetrina importante per il nostro territorio e per i produttori locali che ha visto la partecipazione, per la presentazione, del Ministro dell’Agricoltura Maurizio Martina.

E in merito alla polemica sulla sponsorizzazione di Expo da parte di aziende come Coca Cola e Mc Donald’s, il Ministro non ha dubbi: “Il tema non è la sponsorizzazione ma la partecipazione – ha detto il Ministro Martina – sono contento che grandi imprese, anche distanti da noi, abbiano pensato di partecipare ad Expo. Vogliamo fare un’esposizione con tutti quelli che assomigliano a noi o per vedere tutto ciò che accade intorno a noi e discutere di modelli diversi? Io sono per questa seconda visione”.

Tra le iniziative che si alterneranno nella settimana nella quale un po tutti i giorni ci sarà un focus sul pomodoro, il 21 giugno è in programma una sorpresa particolare, rivelata dal sottosegretario Paola De Micheli: “abbiamo deciso di battere il guinness dei primati battendo il record della pizza più lunga del mondo che realizzeremo lungo il chilometro e mezzo del Decumano di Expo”.