URBAN HUB, REGIONE: “SARA’ UN’OCCUPAZIONE DI QUALITA'”

E’ stato l’assessore alla Attività Produttive della Regione Palma Costi ad inaugurare ufficialmente l’Urban Hub di via Alberoni. Un luogo su cui l’amministrazione ha  puntato moltissimo, ma anche la Regione con 500mila euro investiti nella struttura. Quella che si produrrà all’interno dell’Urban Hub sarà una occupazione di qualità – ha spiegato l’assessore – grazie alla forte spinta innovativa di cui la struttura ha fatto il fiore all’occhiello. E’ proprio l’innovazione il quid in più che permette di uscire dalla crisi per creare nuovi posti di lavoro; è l’innovazione, insomma, a fare la differenza. All’Urban Hub si poù creare una rete tra i giovani, e non solo, che hanno fatto proprio dell’innovazione tecnologica il marchio di fabbrica. Al taglio del nastro, che di fatto dà l’avvio ufficiale all’attività, hanno partecipato Piacenza Expo, Camera di Commercio, Consorzio di Bonifica di Piacenza, Confcooperative, Conservatorio Nicolini, Università Cattolica del Sacro Cuore, Politecnico di Milano e TRed.

URBAN HUB INAUG1URBAN HUB INAUG2

L’HOUSING SOCIALE CHE FUNZIONA. A TUTTO TONDO

Un housing sociale che funziona. E’ quello che dal 2014 esiste alla Besurica dove, accanto al centro diurno attivo sei giorni su sette da quattro anni, ci sono due appartamenti protetti abitati dal signor Sergio e dalla signora Onelia. Entrambi hanno trovato una casa, la loro casa, arricchita e personalizzata con particolari che li rappresentano. Accanto, praticamente al di là del muro, c’è il centro diurno che offrono a loro, ed altri 25 anziani, assistenza dal punto di vista sanitario e ricreativo.

Una scuola internazionale di alta formazione dedicata ai temi della sicurezza alimentare e della nutrizione. Gli starter saranno l’università di Parma e la cattolica di Piacenza con la facoltà di scienze agrarie e alimentari. L’ha pensata il rettore dell’Università di Parma Loris Borghi. Gli ingredienti per questo progetto di respiro internazionale ci sono tutti e da tempo a partire dagli enti, dai docenti, dai ricercatori, perchè non pensarci prima? Piacenza avrebbe un ruolo di primaria importanza perchè sede della facoltà di agraria.

Sarà un incubatore di idee e innovazione. L’Urban Hub di Piacenza ha aperto ufficialmente le porte al futuro con le start up ma anche alle imprese, ai centri di ricerca e alle associazioni del territorio. Al piano terra la zona comune, al primo piano i primi quattro laboratori.

URBAN HUB, LABORATORIO DI IDEE E INNOVAZIONE

Uno spazio tutto dedicato all’innovazione e alla creatività che faccia rete con le realtà consolidate del territorio che già esistono, per uno scambio di esperienze, per uno scambio di conoscenze. All’interno dell’Urban Hub di Piacenza c’è posto per tutto ciò che è futuro con le start up ma imprese, centri di ricerca e associazioni del territorio. Arredamento dalle linee essenziali, pochi colori dominanti nero, bianco e rosso, il piano terra dell’Urban Hub è stato pensato come zona comune, di scambio e condivisione. Si trovano la maker room attrezzata con strumenti tecnologici e stampanti 3d, maker space spazio di coworking e training centre dedicato alla formazione. 

LA START UP OHMYGUIDE PUNTA SUL CROWFUNDING

La start up Ohmyguide punta sul crowfunding per crescere e farsi conoscere. Enrico Corsini, piacentino, ideatore e creatore della piattaforma ha presentato la sua campagna all’Urban Hub di via Alberoni. Al sito www.ohmyguide.travel si trovano itinerari culturali, tour tematici dall’enogastronomia all’arte in diverse città italiane tra cui anche Piacenza che, grazie a guide regolarmente iscritte agli albi, possono essere visitate e conosciute.  Ohmyguide è inserita nella piattaforma di crowfuonding Innamoratidellacultura e nei prossimi 30 giorni sarà possibile sostenerla economicamente.

imageimageimage

SPORTELLO STARTUPIACENZA, ACCELERATORE DI IDEE D’IMPRESA

Un luogo di incontro, di informazioni e di accompagnamento. Un acceleratore delle idee di impresa. Così si mette in pista il nuovo sportello StartuPiacenza voluto da Comune, Provincia, Camera di Commercio ed Aster. Spazi creati all’interno del quasi completo Urban Hub che vedrà la luce dal prossimo gennaio. Un luogo dove le idee d’impresa potranno avere la corretta consulenza per diventare operative e operare. 

Nello sportello StartuPiacenza confluiranno le funzioni principali in materia di lavoro della Provincia alle prese con il riordino istituzionale. Lo sportello autoimprenditoria sarebbe una risorsa troppo preziosa da abbandonare, e sono i numeri a dimostrarlo: mille utenti ogni anno di cui circa la metà prosegue con la definizione delle propria idea imprenditoriale e l’analisi di fattibilità, più della metà degli utenti è donna e sempre di più sono i laureati.