COVID: DENTRO LA TRINCEA. LO SPECIALE DI ZEROCINQUE23

Parlano i protagonisti che hanno vissuto da dentro l’emergenza Covid 19; medici, sanitari, infermieri in prima linea nei due mesi di pandemia appena trascorsi. Un’esperienza personale e professionale che lascerà certamente un segno indelebile in ognuno di loro.

Grazie ai medici: Andrea Magnavacallo, Luigi Cavanna, Francesco Giangregorio, Raffaella Bertè. Agli infermieri: Davide Cassinelli, Silvia Bonfanti e Stanislao Pagano.

Grazie all’Ausl di Piacenza per le immagini interne ai reparti.

L’ESPERIENZA DI MTA, NEL CUORE DELLA PRIMA ZONA ROSSA

Da subito nel cuore della prima zona rossa: la MTA, azienda leader dell’automotive con otto stabilimenti nel mondo, praticamente non si è mai fermata nonostante il mercato delle auto abbia subito un importante tracollo, – 97% a livello nazionale. Merito dell’organizzazione e della capacità di far fronte all’emergenza. Ecco la testimonianza.

UN’ALTRA GIORNATA SENZA DECESSI DA COVID

Un’altra giornata senza decessi, la seconda della settimana. Solo tre inuovi casi di positività, per un totale sul territorio di 4.436 dall’inizio dell’epidemia.

Dall’inizio dell’epidemia da Coronavirus, in Emilia-Romagna si sono registrati 27.314 casi di positività, 47 in più rispetto a ieri. 4.312 i tamponi effettuati, che raggiungono così complessivamente quota 268.200. Le nuove guarigioni oggi sono 231 (17.987 in totale), mentre continuano a calare i casi attivi, e cioè il numero di malati effettivi che a oggi sono scesi a 5.330 (-195).

Le persone in isolamento a casa, cioè quelle con sintomi lievi, che non richiedono cure ospedaliere sono complessivamente 4.561, – 151 rispetto a ieri. I pazienti in terapia intensiva sono 99 (-6). Diminuiscono anche quelli ricoverati negli altri reparti Covid (-38). Le persone complessivamente guarite salgono quindi a 17.987 (+231): 1.681 “clinicamente guarite”, divenute cioè asintomatiche dopo aver presentato manifestazioni cliniche associate all’infezione, e 16.306 quelle dichiarate guarite a tutti gli effetti perché risultate negative in due test consecutivi. Purtroppo, si registrano 11 nuovi decessi: 8 uomini e 3 donne. Nessun decesso tra i residenti nelle province di Piacenza, Ravenna, Forlì-Cesena e Rimini.

DA PIACENZA LA PRIMA RICERCA OCCIDENTALE SUI PAZIENTI ONCOLOGICI AFFETTI DA COVID

È la prima ricerca scientifica, pubblicata su rivista internazionale, che riguarda pazienti oncologici con covid -19, nel mondo occidentale. L’ha elaborata il team del dottor Luigi Cavanna in collaborazione con il dottor Cedeluppi, primario di malattie infettive; un dato tra tutti è che si ammalano più gli uomini delle donne, ma la mortalità è maggiore nelle donne, la maggior parte dei pazienti con tumori e covid supera l’infezione, la cura con più farmaci sembra più efficace della cura con un solo farmaco.

UN DECESSO PER CORONAVIRUS, 14 I NUOVI CONTAGI

Un “solo” decesso per Covid 19 a Piacenza, mentre tornano leggermente a salire i nuovi contagi, 14 che portano il totale a oltre 4400.

In Emilia-Romagna si sono registrati 27.056 casi di positività, 77 in più rispetto a ieri. I test effettuati hanno raggiunto quota 248.591 (+4.708). Le nuove guarigioni sono 253 (16.825 in totale), mentre continuano a diminuire i casi attivi, e cioè il numero di malati effettivi: -201, che passano dai 6.502 registrati ieri ai 6.301 di oggi.

Le persone in isolamento a casa sono complessivamente 5.318, +131 rispetto a ieri. I pazienti in terapia intensiva sono 121 (-1). Diminuiscono in maniera significativa quelli ricoverati negli altri reparti Covid (-304). Le persone complessivamente guarite salgono quindi a 16.825 (+253): 2.027 “clinicamente guarite” e 14.798 quelle dichiarate guarite a tutti gli effetti perché risultate negative in due test consecutivi.

Purtroppo, si registrano 25 nuovi decessi: 10 uomini e 15 donne.

A PIACENZA 3 DECESSI E 11 NUOVI CASI. 53 I POSITIVI IN REGIONE, MAI DATO PIU’ BASSO

Tre decessi e 11 nuovi contagi rispetto a ieri a Piacenza. In Emilia sono 53 in più le positività rispetto alla giornata di ieri, uno dei più bassi dati registrati finora.  I test effettuati hanno raggiunto quota 239.178 (+4.559). Le nuove guarigioni oggi sono 274 (16.243 in totale), mentre continuano a calare i casi attivi, e cioè il numero di malati effettivi a oggi-239, passando dai 7.040 registrati ieri agli odierni 6.801. Per un differenziale fra guariti complessivi e malati effettivi di 9.442, fra i più alti nel Paese.

Le persone in isolamento a casa, cioè quelle con sintomi lievi, che non richiedono cure ospedaliere, o risultano prive di sintomi, sono complessivamente 4.694, -37 rispetto a ieri. I pazienti in terapia intensiva sono 136 (-5). Diminuiscono anche quelli ricoverati negli altri reparti Covid (-153).
Le persone complessivamente guarite salgono quindi a 16.243 (+274): 2.318 “clinicamente guarite”, divenute cioè asintomatiche dopo aver presentato manifestazioni cliniche associate all’infezione, e 13.925 quelle dichiarate guarite a tutti gli effetti perché risultate negative in due test consecutivi.
Purtroppo, si registrano 18 nuovi decessi: 13 uomini e 5 donne.

COVID, 5 DECESSI E 12 NUOVI CASI. VENTURI: “FASE FINALE DELLA CURVA EPIDEMICA”

Cinque decessi e dodici nuovi casi positivi, sono i numeri piacentini della giornata odierna; dati che rispecchiano “una fase finale della curva epidemica ” come li ha definiti l’ormai ex commissario all’emergenza Sergio Venturi nella sua ultima video conferenza stampa dalla pagina Facebook della regione Emilia Romagna.

Complessivamente in regione sono 121 i nuovi positivi, “un dato – ha detto Venturi – che trova risposta nei tamponi effettuati tra i dipendenti del servizio sanitari, forze dell’ordine e volontari. Siamo la prima regione che ha completato i tamponi a tutti gli operatori sanitari, Cra, ospiti delle case di riposo, in modo da pote fare tutte le valutazioni future”.

Sono 5500 i nuovi tamponi, 420 le nuove guarigioni che arrivano a 15491, calano i casi effettivi (- 329) per un totale di 7400, con un differenziale di 8090, uno dei più alti in Italia.

Le persone in isolamento a casa sono 4963, 259 in meno rispetto a ieri; 8 in meno i ricoveri in terapia intensiva, 76 in meno i ricoveri negli altri reparti Covid.

I decessi sono 30: 16 uomini e 14 donne.

“Da una settimana le chiamate al 118 non riguardano più casi di Covid, soprattutto nella zona degli appennini, le altre sono chiamate classificate di colore giallo, segno che anche al 118 sta tornando la normalità pre coronavirus” ha chiarito Venturi che ha chiuso la sua esperienza da commissario per l’emergenza ringraziando chi gli ha dato la fiducia, ribadendo che per la Fase 2 occorrono responsabilità e rispetto.

ANCORA 8 DECESSI E 34 NUOVI CONTAGI, NON ALLENTA LA MORSA DEL COVID 19

Ancora 8 decessi e 34 nuovi contagi che portano ad un totale di 4334 casi.  Dopo i numeri che in ribasso dei giorni scorsi, i contagi sono tornati a salire, “risultato – ha commentato Venturi – di referti dei giorni precedenti, che hanno portato a questo aumento”.

In Emilia-Romagna si sono registrati 26.598 casi di positività, 111 in più rispetto a ieri. I test effettuati hanno raggiunto quota 221.866 (+4.827).

Aumentano le nuove guarigioni oggi sono 361 (15.071 in totale), mentre continuano a calare i casi attivi, e cioè il numero di malati effettivi a oggi: -281, passando dai 8.011 registrati ieri agli odierni 7.730. Per un differenziale fra guariti complessivi e malati effettivi di 7.341, fra i più alti nel Paese.

Le persone in isolamento a casa, cioè quelle con sintomi lievi, che non richiedono cure ospedaliere, o risultano prive di sintomi, sono complessivamente 5.222, -213 rispetto a ieri. I pazienti in terapia intensiva sono 163 (-10). Diminuiscono anche quelli ricoverati negli altri reparti Covid (-46).
Le persone complessivamente guarite salgono quindi a 15.071 (+361): 2.780 “clinicamente guarite” e 12.291 quelle dichiarate guarite a tutti gli effetti perché risultate negative in due test consecutivi.

Si registrano 31 nuovi decessi: 13 uomini e 18 donne. Complessivamente, in Emilia-Romagna sono arrivati a 3.797

SETTE DECESSI E 37 NUOVI CONTAGI. VENTURI: “RESPONSABILITA’ E RISPETTO PER NON TORNARE INDIETRO”

Sette decessi e 37 nuovi positivi, sono i dati che riguardano Piacenza nella prima giornata di Fase 2 che tutto sommato si è svolta senza tensioni o assembramenti nelle aree verdi. Dei 24 decessi in totale in regione solo 2 riguardano anziani ospiti di case protette “finora circa un quarto, un quinto, dei decessi – ha specificato il commissario Venturi –  avveniva in case protette: speriamo di avere spento tutti i focolai all’interno di queste strutture”.

Soddisfazione da parte del commissario anche per il numero totale di casi positivi in regione: 159, il minimo assoluto nella fase di discesa mai registrato prima d’ora, un numero che si carica ancora più di significato se si pensa che oggi è il primo giorno di ripresa di numerose attività. A proposito della Fase 2 “due devono essere la parole che devono connotare questo passaggio – ha detto Venturi – responsabilità perchè l’epidemia è nelle nostre mani e rispetto per il lavoro delle persone che hanno permesso la riapertura. Solo così non torneremo indietro, non ce lo potremmo più permettere. Oggi l’epidemia è sotto controllo”.

In Emilia-Romagna, dall’inizio dell’epidemia da Coronavirus si sono registrati 26.175 casi di positività, 159 in più rispetto a ieri: incremento fra i più bassi in assoluto fra quelli registrati finora. I test effettuati hanno raggiunto quota 200.427 (+3.352). Le nuove guarigioni oggi sono 196 (13.525 in totale), mentre continuano a calare i casi attivi, e cioè il numero di malati effettivi a oggi: -61, passando dai 9.045 registrati ieri ai 8.984 odierni. Per un differenziale fra guariti complessivi e malati effettivi di 4.541, fra i più alti nel Paese. Questi i dati – accertati alle ore 12 di oggi sulla base delle richieste istituzionali – relativi all’andamento dell’epidemia in regione.

Le persone in isolamento a casa cioè quelle con sintomi lievi, che non richiedono cure ospedaliere, o risultano prive di sintomi, sono complessivamente 6.076, -55 rispetto a ieri. I pazienti in terapia intensiva sono 199, un numero di poco superiore a quello di ieri (+2). Diminuiscono quelli ricoverati negli altri reparti Covid (- 29). Le persone complessivamente guarite salgono quindi a 13.525 (+196): 3.135 “clinicamente guarite”, divenute cioè asintomatiche dopo aver presentato manifestazioni cliniche associate all’infezione, e 10.390 quelle dichiarate guarite a tutti gli effetti perché risultate negative in due test consecutivi.

 

 

PRIMO MAGGIO SEGNATO DA SEI DECESSI E 53 NUOVI CONTAGI

E’ stato un primo maggio segnato da sei decessi e altri 53 nuovi contagi che portano Piacenza ad un totale di 4115 persone positive al Covid 19. A livello regionale i nuovi decessi sono 28: 11 uomini e 17 donne.

Salgono le guarigioni 259 in più rispetto a ieri (12.581 in totale) e continua ilcalo dei casi attivicioè il numero di malati effettivi a oggi-79, passando dai 9.563 ai 9.484 odierni. In Emilia-Romagna, dall’inizio dell’epidemia da Coronavirus si sono registrati 25.644 casi di positività,208 in più rispetto a ieri. I test effettuati hanno raggiunto quota 188.264 (+5.407).

Le persone in isolamento a casa, cioè quelle con sintomi lievi, che non richiedono cure ospedaliere, o risultano prive di sintomi, arrivano complessivamente a 6.383, -19 rispetto a ieri. I pazienti in terapia intensiva sono 197 (-9). Diminuiscono anche quelli ricoverati negli altri reparti Covid (-34).

I nuovi decessi riguardano 6 residenti nella provincia di Piacenza, 6 in quella di Parma, 2 in quella di Reggio Emilia, 2 in quella di Modena, 10 in quella di Bologna(nessuno nell’imolese), 1 in quella di Ravenna, 2in quella di Forlì-Cesena (nessun nuovo decesso nel forlivese). Nessun nuovo decesso nel ferraresee nel riminese.

Questi i casi di positività sul territorio, che invece si riferiscono non alla provincia di residenza, ma a quella in cui è stata fatta la diagnosi: 4.115 a Piacenza (53 in più rispetto a ieri), 3.177 a Parma (20 in più), 4.713 a Reggio Emilia (53in più), 3.678 a Modena (21 in più), 4.079 a Bologna (39in più), 379 le positività registrate a Imola (3 in più), 926 a Ferrara (5 in più). In Romagna sono complessivamente 4.577 (14 in più), di cui 982 a Ravenna (0 in più), 895 a Forlì (4 in più), 691 a Cesena (6in più), 2.009 a Rimini (4in più).