FIUME PO RISORSA NON DIAVOLO. ECCO LE PROPOSTE DELLA MAP

Un percorso ciclabile e pedonale sicuro, chiuso alle auto, illuminato dall’ospedale militare fino all’argine, arricchito da mercatini e bancarelle di qualità. Non ci vorrebbe molto per portare i piacentini sul Po e soprattutto per riportare il fiume al centro della città. Questo tanto per cominciare, lasciando da parte quelle difficoltà più grandi per cui occorre l’intervento sostanziale della politica. Ecco le proposte della MAP

PO: CON IL CONTRATTO DI FIUME COSA CAMBIERA’? IL MINISTRO DELRIO A PIACENZA

Gli altri paesi, all’estero soprattutto, ce lo hanno già, in Italia, guarda a caso, manca ancora. Il contratto di fiume che porti a lavorare in rete per lo stesso obiettivo: strategie condivise per gestire al meglio il Po. E’ stato il ministro ai Trasporti Graziano Delrio a tenere a battesimo la firma per la governance condivisa per la gestione del Po, di cui si parla tanto e da tanto tempo ma concretamente di difficile realizzazione. L’obiettivo è arrivare a strategie condivise che passano dal turismo di qualità alla prevenzione dei rischi idraulici.E a proposito di rilancio, l’assessore Cisini ha annunciato che a breve verrà emesso un bando pubblico per la progettazione e realizzazione di una imbarcazione ad uso civile e didattico.

LO SPETTACOLO DEL PO

Un giorno di sole non ha fermato la forza del grande fiume. Dopo le piogge incessanti della giornata di ieri, oggi il Po ha raggiunto a Piacenza i 7 metri di altezza. Via Del Pontiere, via Nino Bixio e la zona dell’argine sono stati presi d’assalto dai piacentini per vedere il Po come in poche altre occasioni. L’acqua ha coperto completamente l’argine, la passeggiata con le panchine e la strada proprio sotto il ponte stradale, proprio qui si sono posizionate le troupe della Rai e di Sky per i collegamenti in diretta. Il colmo è atteso nella notte quando il livello salirà intorno agli 8 metri.

po piena 2po piena 1po piena 3po piena 5