ATTENTATI, AUMENTANO I CONTROLLI MA NON LE RISORSE

Anche a Piacenza è stata innalzata al massimo l’attività di controllo e vigilanza del territorio, con particolare attenzione a tutti gli obiettivi potenzialmente a rischio di attentati terroristici anche nella nostra provincia. Questo è emerso dalla riunione del Comitato Provinciale per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica. Misure già, per altro, in vigore da sabato a seguito degli attentati di Parigi. L’innalzamento dell’attività di controllo è stato esteso anche alle manifestazioni culturali, sportive e religiose oltre che a tutti i luoghi dove di registra una forte affluenza di persone. E’ stata ulteriormente sensibilizzata l’attività info-investigativa. Sono stati disposti frequenti posti di controllo  ed innalzato il controllo su arterie stradali e reti ferroviarie. Il prefetto Anna Palombi ha chiesto uno sforzo alla Polizia Municipale affinchè vengano istituite pattuglie notturne in modo che la forze di polizia statali non vengano distolte dal controllo del territorio. Un aumento dei controlli che non va di pari passo con l’implementazione dell’organico a disposizione che rimane quello di sempre, ha ribadito il prefetto. “Le risorse sono quelle di sempre – ha precisato -per questo ho chiesto un ulteriore impegno alle forze di polizia”. L’unico supporto esterno su cui il territorio può contare è il reparto di prevenzione e crimine di Reggio Emilia. E’ stata ribadita, inoltre, la necessità di una tempestiva circolarità di notizie tra tutte le Forze di Polizia di ogni elemento di interesse.

rp_prefettura_di_piacenza-300x2481.jpg

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.