CHIUDONO BAR, RISTORANTI E NEGOZI, RESTANO APERTI ALIMENTARI E FARMACIE

Un’unica zona protetta in cui saranno chiuse tutte le attività commerciali ad eccezione di quelli di prima necessità come negozi alimentari, farmacie e parafarmacie. E’ l’ultima misura del premier Conte annunciata a pochi giorni dall’ultimo decreto che ha, di fatto, riunito l’Italia intera in un’unica zona da proteggere contro i Coronavirus.

Dalle prossime ore abbasseranno la saracinesca tutte le attività commerciali, bar, ristoranti, pub, mense, negozi di parrucchieri, centri estetici, tutte quelle attività che nono sono ritenute indispensabili. 

Le attività produttive potranno proseguire regolarmente a patto che assumano protocolli di sicurezza adeguati al fine di evitare il contagio. Sono inoltre invitate a promuovere ferie e permessi per i dipendenti. 

Sono garantiti i servizi pubblici tra cui trasporti, bancari, postali, finanziari, assicurativi, attività del settore zootecnico e agricolo.  

Sono misure che restringono ancora di più la possibilità di contatto tra le persone, per evitare che il contagio di propaghi ulteriormente. 

“Ho fatto un patto con la mia coscienza” ha detto Conte “la primo posto c’è la salute degli italiani: vi ho chiesto di cambiare le vostre abitudini e avete risposto in modo straordinario. Ora è il momento di compiere un passo in più. Se tutti rispetteremo le regole usciremo più in fretta dall’emergenza. Rimaniamo distanti oggi per correre più veloce domani”

Il premier ha anche annunciato che gli impatti di queste misure non si vedranno nell’immediato ma occorrerà attendere un paio di settimane. Se continueranno a crescere i numeri del contagio verranno emanate nuove misure. 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.