CROTTI, COLDIRETTI: “LA MONTAGNA E’ LA NOSTRA EMERGENZA”

E’ un’estate agli estremi quella che appena fatto il giro di boa e che si appresta ad iniziare la sua fase finale. Un’estate che entrerà negli annali come una delle più calde degli ultimi decenni, insieme a quella del 2003; torrida ma anche capace di scatenarsi, in poche ore, in violentissimi acquazzoni o grandinate dannose per i raccolti. Caldo anticipato, poi gelata ad aprile con danni su pomodori e mais a cui sono seguite temperature elevatissime, di certo non hanno aiutato l’agricoltura piacentina. Quello che preoccupa maggiormente il mondo agricolo, la Coldiretti in primis che raggruppa un gran numero di agricoltori sulla provincia, è la mancanza assoluta di acqua in montagna. Basti pensare che la diga di Mignano non è mai stata così vuota da 90 anni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *