NUOVO TRENO VELOCE PER EXPO, BENE MA NON E’ ABBASTANZA

Si chiama Stadler Etr 350, e’ il nuovo treno che la regione emilia romagna ha messo a disposizione in occasione di Expo 2015. Partirà dalla stazione di Bologna Centrale alle 7 del mattino, raggiungerà Milano Centrale alla 9.50 con le fermate intermedie di Modena, Reggio Emilia, Parma, Fidenza, Fiorenzuola, Piacenza, Lodi, Milano Rodgoredo, Milano Lambrate e Centrale. Ripartirà da Milano alle 12.15. Nel pomeriggio lo stesso treno partirà da Parma anche alle 14.18 e alle 18.18 alla volta di Milano per gli eventi serali in programma all’Expo. L’ultimo ritorno dal capoluogo lombardo è previsto per le 22.15. Un treno confortevole e veloce, da Piacenza a Milano basteranno 38 minuti, 270 posti, dotato di carrozze disabili, vagoni per biciclette, che percorrerà per tre andate e altrettanti ritorni la tratta Milano Bologna ogni giorno, per sei mesi. Per questo regionale veloce la regione ha stanziato 870mila euro, ha sottolineato l’assessore regionale ai Trasporti Raffaele Donini. Un impegno considerevole certo, che avrà giusto la durata di Expo, sei mesi dal primo maggio al 31 ottobre. L’obiettivo è rendere il treno strutturale e permanente. “Non lo escludiamo – ha risposto l’assessore Donini – dipenderà dalle risorse messe a bilancio in futuro”. L’Etr 350 è il primo e, per ora, unico risultato vero e concreto sul fronte dei trasporti che Piacenza ha portato a casa in vista di Expo. Un tassello di un puzzle ben più complesso formato anche da altri obiettivi ambiziosi come la richiesta, formalizzata poche settimane fa, delle fermate a Piacenza e Parma della linea ad Alta Velocità e un accordo tra Emilia e Lombardia per una linea ferroviaria dignitosa da cui scompaiano per sempre i treni del 1965. “Nonostante il buon risultato di oggi per cui dobbiamo ringraziare la Regione – ha detto il sindaco Dosi – come territorio non ci sentiamo appagati, aspettiamo con fiducia l’evolversi delle altre due nostre richieste”. “Questo è un fatto concreto, utile, perfetto per Expo – ha sottolineato il presidente di Confindustria Emilio Bolzoni – ma non è abbastanza per risolvere il problema. La presenza dell’assessore e del dirigente dimostrano che la Regione è al fianco di Piacenza, altrimenti questo treno non l’avremmo avuto”. Fin’ora, forse, non è stato così.

[videojs mp4=”http://www.zero523.tv/filmati/presentazione treno per expo.mp4″ webm=”http://www.zero523.tv/filmati/presentazione treno per expo.webm” poster=”http://www.zerocinque23.com/wp-content/uploads/2015/02/etr-350.jpg” preload=”auto” autoplay=”false” width=”640″ height=”360″ id=”movie-id” class=”alignleft” controls=”true” muted=”false”][/videojs]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.