PROVINCIALE DI RECESIO RIAPERTA AL TRAFFICO

Senza clamori e con sobrietà è stata riaperta la strada provinciale di Recesio quella che nella notte tra il 13 e 14 settembre si è portata via tre persone, di cui una ancora dispersa. “Siamo riusciti ad accelerare i lavoro – ha detto il Presidente Rolleri – affinchè venisse restituito all’utenza, in tempi brevi, un tratto di strada particolarmente importante per i collegamenti vallivi e interregionali e, per questo, concedetemi di ringraziare i tecnici della Provincia che hanno lavorato al progetto e la ditta incaricata che ha eseguito i lavori dimostrando prontezza, efficienza e grandi capacità tecniche. L’intervento, che è cominciato immediatamente dopo il disastro e i cui lavori principali si concluderanno oggi, costa complessivamente 600.000,00 Euro (Iva inclusa) ad oggi interamente finanziato dalla Provincia con fondi propri ed è consistito nella ricostruzione, l’ampliamento e la risagomatura del tratto di strada completamente distrutto”. “Ci siamo dati l’obiettivo di dimezzare i tempi dell’ordinanza – ha aggiunto l’assessore Paola Gazzolo – che sono i 30 giorni, per individuare gli interventi. Intanto vogliamo avere il quadro definitivo delle azioni di somma urgenza per i comuni, sia della parte di difesa spondale che la pulizia complessiva dei fiumi. Un’operazione impegnativa perchè abbiamo già stimato 5 milioni e mezzo necessari. Come Regione Emilia Romagna abbiamo deciso di aggiungere ai 10 milioni già stanziati altri 2 milioni che troveranno copertura nel 2016. Abbiamo dato conto anche di come sono stati utilizzati sino ad ora i 5 milioni che sono diventati oltre 6 che restano a carico della Regione. A questi si uniscono i 750mila euro stanziati da Aipo per le urgenze sulla città. Sono finanziati 66 cantieri per oltre 6 milioni e 800 euro di interventi, e l’80 % degli interventi sono in conclusione e due interventi d’urgenza sono stati disposti nelle scorse ore per le difese di Farini, a valle e a monte per un milione e 200mila euro. C’è stato un grande lavoro di squadra per produrre un risultato estremamente importante”

riapertura recesio1recesio aperta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.