QUANDO IL MINORE STRANIERO E’ “OSPITE INATTESO”

Il Comune non abbassa la guardia sul tema minori stranieri non accompagnati, prima di tutto perchè sono i numeri ad imporlo, secondo perchè è un argomento sotto la lente dei cittadini e della politica per ciò che riguarda i costi di gestione. Nel 2014 sono arrivati a Piacenza 186 minori stranieri, praticamente una ottantina alla settimana. Un milione di euro a bilancio il costo del mantenimento, di cui 400 mila euro dallo Stato. Il problema sorge quando non ci sono più spazi disponibili per accoglierli come è accaduto qualche mese fa quando l’assessore Stefano Cugini aveva lanciato l’allarme anche ai nostri microfoni.  Quando il minore è un “ospite inatteso” il problema è serio, perchè la legge impone all’ente locale di farsene carico completamente come fosse il genitore. La gran parte di loro arriva con il sogno di un riscatto sociale, altri invece sono tristemente pilotati da figure irresponsabili che lucrano sulla loro pelle. I minori vengono ospitati in strutture a bassa soglia quando sono prossimi al compimento del 17esimo anno, o in strutture protette. La risposta che il servizio minori cerca di privilegiare è l’affido familiare e culturale.
[videojs mp4=”http://www.zero523.tv/filmati/cugini minori.mp4″ webm=”http://www.zero523.tv/filmati/cugini minori.webm” poster=”http://www.zerocinque23.com/wp-content/uploads/2015/01/minori-stranieri.jpg” preload=”auto” autoplay=”false” width=”640″ height=”360″ id=”movie-id” class=”alignleft” controls=”true” muted=”false”][/videojs]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.