PROVINCIA, CON I TAGLI A RISCHIO I SERVIZI ESSENZIALI

La trasferta a Roma del presidente della Provincia Francesco Rolleri non ha portato buone notizie, e c’era da aspettarselo considerati i tagli previsti dal disegno di Legge Stabilità.  La richiesta unanime da parte dei presidenti è quella di rivedere la manovra e di organizzare incontri con i capigruppo in Parlamento perche secondo questo disegno di legge sarebbero a rischio i servizi esssenziali. “La situazione ci preoccupa – ha detto Rolleri – dal momento che i tagli annunciati vanno a compromettere il funzionamento degli Enti. Come presidenti e amministratori abbiamo lanciato l’allarme”. I tagli previsti dalla legge di Stabilità sono pari a 1 miliardo per il 2015, 2 miliardi per il 2016 e 3 miliardi per il 2017, per cui a rimetterci sarebbero i servizi essenziali che restano in capo alle Province,  tanto per intenderci gestione e e manutenzione di scuole e strade oltre che interventi contro il dissesgo idrogeologico.  Nel pomeriggio una delegazione composta dai rappresentanti di Anci e Upi ha incontrato il premier Renzi: “se da una parte l’entità dei tagli è stata confermata -ha riferito Rolleri – dall’altra sono arrivate rassicurazioni alle Province sul fatto che le funzioni non fondamentali saranno in  capo ai bilancio delle Regioni”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.