SENTINELLE IN PIEDI E SENTINELLI, DUE VISIONI OPPOSTE DELLE DIFFERENZE

Due mondi opposti seppure distanti poche centinaia di metri. Due modi di concepire le differenze. A Piacenza nello stesso momento hanno occupato due piazze diverse le Sentinelle in piedi e i Sentinelli, come ironicamente hanno deciso di farsi chiamare gli organizzatori della contromanifestazione. In piazza Duomo i primi, in piedi in silenzio intenti nella letttura di un libro,  in piazza Sant’Antonino i secondi,  colorati, con sciarpe e bandiere arcobaleno. Diversi nell’organizzazione,  diversi anche nei colori. Il manifesto delle  Sentinelle in Piedi, che già nelle primavera scorsa avevano occupato piazza Cavalli con la stessa manifestazione,  è “la difesa della libertà di espressione, gravemente minacciata dal disegno di legge Scalfarotto sull’omofobia, già approvato alla Camera, attualmente assegnato alla Commissione Giustizia del Senato”, come sostengono loro stessi.

Dall’altra parte invece rumorsi e festanti i Sentinelli “portate cartelli, striscioni,  bandiere arcobaleno i nostri strumenti preferiti – si legge nella nota- sono ironia, cultura intelligenza,  colori e rumore” . Poderoso il cordone di forze dell’ordine schierato per le due manifestazioni per cui non c’è stato bisogno di alcuni intervento.

Dalle parole grosse alla mani invece tra due gruppi contrapposti che non c’entravano nulla con le manifestazioni. Il consigliere comunale Carlo Pallavicini è stato colpito al volto conun pugno.

foto 3-3foto 2-6

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.